Commenta per primo
Il tecnico della Spal Leonardo Semplici analizza a Rai Sport il successo sul Lecce in Coppa Italia: "Ci tenevamo molto, era importante disputare una buona gara. Abbiamo fatto bene a mettere al sicuro il risultato nel primo tempo, nella ripresa abbiamo comunque fatto bene. Brescia? Sono partite importanti, affrontano come noi un momento particolare dopo il cambio di allenatore. Giochiamo davanti al nostro pubblico, deve incidere sulla partita, servirà una grande gara. Igor? Mi auguro possa arrivare in alto, è il primo anno che gioca in un campionato vero ed è merito del direttore che lo ha scovato in Austria. Lo abbiamo inserito piano piano ma fa passi da gigante: farà parlare di sé. Cosa manca per la lotta salvezza? È un campionato difficile, stiamo lavorando sotto l'aspetto della mentalità e oltre a questo ci vuole un'identità di gioco che riesca a far esprimere al meglio i calciatori che ho a disposizione. Credo in questi ragazzi. È senza dubbio il campionato più difficile da quando sono la Spal e può essere il più bello perché per noi giocare in A è qualcosa di magico. Sapevamo le premesse, purtroppo in questo momento ci manca qualche punto, ci sono circostanze e qualche infortunio che hanno rallentato il cammino. Inter? Squadra forte e attrezzata per il vertice con un grande allenatore, ha qualità e credo sia determinante per lottare ai vertici. L'ho trovata bene, il nostro secondo tempo mi ha dato fiducia. Reca? Lo abbiamo preso dall'Atalanta, l'anno scorso aveva avuto pochissimo spazio. Sta confermando di avere buone qualità, ha riconquistato il posto in nazionale polacca e sta crescendo".