1
Luciano Spalletti parla del suo futuro ai microfoni di Sky: "Per il momento devo riordinare delle cose strettamente personali e non vado ad allenare. Forse a fine anno se capiterà qualcosa di interessante per tutti potrei tornare. Ormai mi sono viziato, oltre che fare l'allenatore mi piacerebbe vincere e per vincere ci vogliono calciatori bravi. Non ho timore a entrare nello spogliatoio a campionato inoltrato, anzi. Ti toglie responsabilità che ad esempio i club italiani ti danno: perché se parti dall'inizio scegli gli acquisti e magari poi ti danno la colpa, mentre se subentri non sei responsabile del mercato fatto".

Sulla Fiorentina: "Io la Fiorentina la sento come casa mia. Sono nato qui, abito vicino, ho fatto le giovanili alla Fiorentina poi sono stato scartato giustamente. Con i fiorentini sarebbe dura e poi non disturbiamo il lavoro di Montella, uno dei migliori in circolazione che avrà un futuro importantissimo in una grandissima squadra".

Su Criscito: "Sono convinto che tutti quelli che lavorano all'estero ci vogliono tornare in italia. il nostro è uin calcio interessante, carico di storia. Poi bisogna fare delle valutazioni e Mimmo sono convinto che sa badare a sé stesso. Mi farebbe piacere se tornasse in modo tale da poter essere seguito di più: farebbe comodo alla Nazionale".