Nonostante le assenze, e la fase di rodaggio non ancora terminata, la Spal supera lo Spezia nel terzo turno della Coppa Italia. Alla prima uscita ufficiale della stagione, dunque, i ragazzi di Semplici non sbagliano e si aggiudicano il passaggio del turno, in attesa di sapere chi incontreranno nei sedicesimi di finale tra Viterbese e Sampdoria. Una vittoria di misura con il primo squillo di Petagna, in maglia biancoazzurra, nel pomeriggio al “Picco”.

Uno a zero il risultato finale che ha mostrato una Spal con ancora qualche meccanismo da collaudare, sperando che dal mercato, dopo la partenza di Salamon verso Frosinone, possano arrivare i rinforzi per quel reparto che è sembrato maggiormente in difficoltà in estate, ma che nell’incontro odierno è riuscita a tenere la porta di Gomis imbattuta. Le assenze erano molte e le condizioni precarie di Vicari hanno lasciato spazio, nella ripresa, a Sauli Vaisanen. Il ragazzo finlandese era dato come partente ad inizio estate, ma per ora sembra poter essere il sesto difensore del trio difensivo spallino.

Se arriverà Bonifazi, insieme a Valdifiori, nell’affare che dovrebbe portare Viviani a Torino, ancora non è deciso, sicuramente il colpo estivo, che porta il nome di Andrea Petagna, ha già dato i suoi frutti. La firma del bomber è arrivata al primo minuto della ripresa e il solo gol è bastato per conquistare il primo successo stagionale. Il reparto offensivo, insieme ad Antenucci e Paloschi, con Floccari e Moncini pronti a giocarsi le loro carte, è risultato il più propositivo in questo mese di preparazione anche se alcune voci di mercato dicono di un interessamento per Thereau, fuori dai piani di Pioli.

Manca una sola settimana al derby che darà via al campionato, la fiducia nei confronti dei ragazzi c’è, una squadra di brave persone ha detto il Presidente Mattioli in occasione della presentazione a Ferrara. Ora servono gli ultimi ritocchi, gli ultimi colpi per raggiungere gli obiettivi stagionali, nel frattempo ci ha pensato Petagna a portare avanti il lavoro con una qualificazione al turno successivo della coppa che fa sicuramente bene a tutto l’ambiente.