Commenta per primo

Un successo meritato ma striminzito nel punteggio regala comunque tre punti che rilanciano le speranze spezzine di agganciare la zona play-off. Il gol che decide il match con il Süd Tirol lo firma Saudati al 10' della ripresa, sfruttando una zampata di Casoli che ruba palla nell'unica indecisione della difesa biancorossa. In campo solo lo Spezia, determinato e nemmeno confusionario, nonostante un terreno di gioco a dir poco infame. Sono almeno tre le nitide palle gol che i bianchi di Pane confezionano già nel primo quarto d'ora, con il portiere Zomer che si erge sempre a baluardo invalicabile, due volte a tu per tu con Baso ed una quando leva dal sette a palmo aperto un siluro telecomandato di Buzzegoli. Ancora Zomer protagonista su Casoli ed ancora su Basso, sempre a tu per tu. Spezia a testa bassa anche ad inizio ripresa, ed è Casoli che in mischia supera Zomer, ma il tiro si stampa sul palo. Il gol arriva quando meno te lo aspetti: indecisione appena dentro l'area ospite e Casoli si mette la gamba rubando palla che scivola verso Saudati che a porta vuota non può fallire. Poi più nulla.

SPEZIA

L'allenatore dello Spezia, Alessandro Pane: 'Ci è mancata la freddezza, ma credo che oggi sia stata la miglior prestazione dello Spezia, a livello di gioco, di temperamento, di equilibrio. Dopo il primo tempo i ragazzi si sarebbero potuti demoralizzare, ed invece non lo hanno fatto. Credo che la vittoria sia figlia della prestazione. Vincere a Como? Bisogna dimostrarlo giornalmente per poi raccogliere i frutti la domenica'.

SÜD TIROL

L'allenatore del Süd Tirol, Alfredo Sebastiani: 'Per quanto prodotto sul campo credo che lo Spezia abbia meritato di vincere. Dico solo peccato che il gol vittoria sia giunto su una nostra evidente ingenuità. Lo Spezia? Non c'entra proprio nulla con questa classifica'.