Commenta per primo

Anche il Barça, per non essere da meno, ne sta progettando uno per 30 mila urne.
Stadio post mortem: in quello dell’Atletico le ceneri dei tifosi.
Tifosi per l’eternità? In Spagna si può. Dal luglio scorso, con una iniziativa pionieristica nel mondo, gli aficionados dell’Atlético di Madrid possono depositare le loro ceneri nell’Espacio Memorial, uno spazio ad hoc, con tanto di porta indipendente aperta ogni giorno, sotto la gradinata sud del Calderón.

Capienza: 4200 urne. Non solo: il business è già stato copiato dall’Español, dal Betis, ed è allo studio di club come Real Madrid e Valencia. Ed il Barça, per non essere da meno, ne sta progettando uno da 30 mila urne.

In un Paese in cui il 30% della popolazione si fa cremare, il colombario madrileno ha una estensione di 600 metri quadrati. Suddiviso in due sale di 292 e 110 metri quadrati, sembra a prima vista un salone dei trofei, con le foto storiche del club. Murales in fotoceramica dietro i quali giacciono 2.490 urne individuali e 1720 familiari. Prezzi non proprio popolari: 3 mila euro per 50 anni, 6 mila per 99 anni. Più un canone fisso annuale di 60 euro. Il club «colchonero» calcola che, in 15 anni, il gettito dei tifosi per l’eternità frutterà 4,5 milioni di euro. La gestione degli attuali colombari è affidata ad una impresa catalana, «Giem Sport», leader del settore sportivo funerario.

L’inaugurazione più originale, comunque, è quella del sivigliano Betis, prevista per il 2 novembre, anche in Spagna giorno dei morti (capienza 3.717 urne). L’Español, parente povero del concittadino Barcellona, segue con appena 878 colombari.

L’idea di spremere i tifosi da morti seduce anche all’estero. «Quanto tarderà questo sistema funerario ad installarsi in Argentina?», si chiedeva Clarín, dove dal 2006 il Boca Juniors possiede un cimitero per i suoi fans, come l’Amburgo, benché lontano dal loro stadio. Ma c’è di più. Stando ad Abc, l’idea dei colombari nelle cattedrali del calcio è allo studio pure di Chelsea, Liverpool, Manchester United, Arsenal, Celtic e Glasgow Rangers. Business is business. Non a caso il Barça vuole inaugurare il Memoriale più grande del mondo. L’incasso? 6 milioni di euro.