11
Cessione sospesa per mancanza di trasparenza. Il giudice della terza sezione commerciale del tribunale di Rio de Janeiro, Luiz Alberto Carvalho Alves, ha stoppato la cessione del Club de Regatas Vasco da Gama a 777 Partners, il fondo che controlla il Genoa unitamente a altri club e che nella sua bulimia da shopping di società calcistiche ha chiuso l'accordo per l'acquisizione della società brasiliana.

Nelle scorse settimane era stata diffusa trionfalmente la notizia che il fondo aveva acquisito il 70% della Sociedade Anônima de Futebol (SAF), la forma giuridica di società per azioni specificamente disegnata per le società di calcio e introdotta per legge un anno fa dal parlamento brasiliano. La SAF è stata pensata per consentire l'ingresso dei capitali privati nelle società di calcio professionistiche brasiliane, e comporta la trasformazione da associazioni in società per azioni, da deliberarsi con voto dell'assemblea dei tifosi-soci. Una volta compiuto il passaggio assembleare, con trasformazione in SAF, si può procedere all'alienazione del pacchetto azionario, con quota che può raggiungere anche il 90%.

Ma questo procedimento di alienazione deve comunque avvenire in condizioni di trasparenza. E proprio l'assenza di queste condizioni di trasparenza sarebbe alla base del ricorso presentato dalla Commissione per la Difesa del Consumatore dell'Assemblea Legislativa di Rio de Janeiro (Alerj) al giudice Carvalho Alves. Che l'ha accolta e ha messo in pausa il trasferimento di proprietà a 777 Partners, in attesa che vengano forniti chiarimenti, e che soprattutto vengano messi a disposizione dei tifosi del Vasco i contratti e tutta la documentazione per la cessione a 777 Partners.
Va sottolineato che a motivare il provvedimento di sospensione c'è un'argomentazione che sa di contrappasso. Il giudice ha accolto il ricorso di Alerj ritenendo che il rapporto fra il club calcistico e il tifoso sia il medesimo che si instaura fra impresa e consumatore. Per la serie: “Ci avete voluto clienti anziché tifosi? E noi da clienti vi rompiamo le scatole accampando diritti da consumatori”. Meraviglioso.

Oltre a mettere in pausa il contratto di cessione a 777 Partners, il giudice Carvalho Alves ha determinato per il Vasco da Gama una multa di 5 mila reais (920 euro) per ogni giorni di ritardo sull'azione di trasparenza richiesta e una multa da 100 mila reais (circa 18.300 euro) nel caso non vengano le attività di trasferimento della SAF a 777 Partners. Questo round va ai tifosi. E adesso aspettiamo che vengano resi pubblici i termini della transazione, con pubblicazione dei documenti. Magari potremmo scoprire cose molto interessanti.

@pippoevai