Commenta per primo

Prosegue la cronaca di calciomercato.com sui tifosi delle maggiori società italiane. Oggi ci occupiamo di Reggina, Udinese, Lecce

Curva Nord Livorno

Good luck Livorno con l’Inno amaranto che sembra un canto patriottico: orgogliosi di essere livornesi, alzano sempre la loro bandiera con la sacra speranza, anche contro il  nemico storico: il Pisa. Il primo movimento Ultras nella citta’ dei Quattro Mori, nasce negli anni Settanta, sotto il nome di Ultras Livorno 1976, seguito l'anno successivo dagli Ultras Fossa 1977. Negli anni nascono altri gruppi tra cui: Magenta,Fedayn, Sbandati, Gruppo Autonomo. Tutti questi grandi tifosi livornesi ,nei primi mesi del 1999, finiranno per unirsi,sotto un unico nome: Brigate Autonome Livornesi. Rimarranno solo due gruppi in curva Nord: le BAL e i North Kaos. La mitologia curvaiola vuole che i North Kaos fossero un gruppo di destra, ma l'unica infiltrazione fascista a Livorno è stato un gruppo chiamato Legione, subito cacciato via. Dal 2007 però, le Bal non esitono piu’: neanche in maniera "non ufficiale" ("Fino all'ultimo bandito" era lo striscione usato dallo stesse dopo l'autosciolgimento) e la curva Livornese si è spaccata in due gruppi: Vecchie Origini Livornesi 1915 e Visitors 1312. Dalla finale play-off, stato il ritorno di un gruppo del passato in Curva,i Fedayn.

Curva Nord Ascoli

Sulle note conosciute del maestro Enzo Titta, si rinnova la domenica l’incanto sportivo della citta’ dalle cento torri. L’eco di tante vittorie: forza Ascoli!
I primi gruppi della tifoseria organizzata ascolana emergono all'inizio degli anni Settanta. Nel 1974, con la promozione in serie A, si forma il Settembre Bianconero, nel quale confluiscono i gruppi preesistenti. I primi anni di militanza del Settembre si contraddistinguono, soprattutto al Del Duca, per una serie di gravi scontri con le tifoserie avversarie, soprattutto quelle della Fiorentina, del Torino, della Roma, della Lazio e della Ternana. I viola in particolare sono al centro di violenti scontri in Curva Sud alla prima trasferta. La curva diventa poi il settore dei tifosi di casa, mentre in precedenza i più caldi si concentrano piuttosto in Curva Nord. Nella prima metà degli anni Ottanta il Settembre Bianconero stringe un gemellaggio con la curva veronese, ma si scioglie presto: dopo soli cinque anni. Una frangia della tifoseria veronese non ha accettato di buon grado l'amicizia e continua ad intonare  cori ostili al grido di “terroni” verso gli ascolani. Nel 1994 le due tifoserie arrivano infine allo scontro, dopo che gli ultrà veronesi hanno sottratto lo striscione del Settembre agli ascolani recatisi in trasferta.
Nel 1983 si formano i Black Warriors che affiancano il Settembre Bianconero come asse portante della tifoseria organizzata. Nel 1999 appare fra gli spalti anche lo striscione degli Arditi, gruppo rappresentativo del nord della provincia. Nel 2002 e’ il turno del gruppo Squadraccia, anch'esso espressione della medesima area e in particolare di Porto Sant'Elpidio. Nel 2005 parte del Settembre Bianconero esce dal gruppo per costituire gli Ascoli Piceno Ultras, che si dimostrano sufficientemente organizzati anche nelle capacità coreografiche; di qui la scelta del Settembre di cedere il comando della curva. Nel marzo 2006 nasce, per iniziativa di giovani studenti e lavoratori emigrati nel capoluogo emiliano, il gruppo Esiliati Bologna, votato a seguire le trasferte dell'Ascoli specialmente in Italia settentrionale. Sul finire dell'anno si sciolgono i Black Warriors, con un comunicato ufficiale che critica apertamente il calcio moderno. Il 30 settembre 2007 si sciolgono ufficialmente anche gli Arditi. I principali gruppi in attività della tifoseria bianconera sono Ascoli Piceno Ultras, Settembre Bianconero, Stra Kaos, Estremo Sostegno, Squadraccia, Esiliati Bologna.

Curva Nord Novara 1908

“Novara goal, Novara va,  allora la squadra si carica e vola!” Sono le parole di un rapper dal cuore biancoazzurro. Il primo gruppo Ultras organizzato, presente a Novara, è quello che nasce all’inizio degli anni Settanta con il nome di Commandos Club. In seguito alla retrocessione nel 1978 dalla serie B alla serie C1 i Commandos decidono di sciogliersi lasciando il posto alle Brigate Biancoazzurre, gruppo che durerà solo tre anni. Fino al 1983, con l’ingresso in curva della Legione, gruppo che migliora ma non di molto le cose. Nella metà degli anni Novanta invece si affiancano alla Legione  gli Zoo Novara e in seguito I Novarasta. Molti giovani novaresi preferiscono squadre come Juventus e incredibilmente Fiorentina,  riscontrando un buon numero di ultras da altre città.
Attualmente, I gradoni della nord sono occupati: dalla Legione e I suoi gruppetti all’interno, tra cui gli Over Trenta. I rimanenti gruppi della curva sono: gli Zoo Novara e I Novarasta.