79

"La decisione di non convocare Cassano per Catania è soltanto mia, ma non va intesa come una sospensione. Quello che è successo tra me e lui rientra in una normale logica di spogliatoio e dentro lo spogliatoio avrebbe dovuto rimanere. Mi dispiace che la cosa sia trapelata all'esterno per colpa di qualcuno che vuole male all'Inter", con queste parole il tecnico nerazzurro Andrea Stramaccioni. ha spiegato la natura dell'episodio accaduto al termine dell'allenamento di ieri.

 In attacco però mancherà anche Milito
"E' impensabile giocare tutte le partite con Palacio e Cassano mettendoli in campo sempre, in campionato ho anche Rocchi. Spesso giocheremo con una punta perché con due non è semplice, è una soluzione non percorribile. Tecnicamente ci sta".

Come sta Rocchi? Perché ha giocato poco?
"Paga il problema di non essere nella lista dell'Europa League, sono state fatte scelte dolorose e nessuno si immaginava l'infortunio di Diego. Lui non stava bene nelle scorse partite, lo sapevamo, a Udine, in Coppa, ho dimostrato di volerlo utilizzare perché ha giocato. Adesso sta bene e fino alla fine del campionato sarà utilizzato spesso".

Sarà dura giocare con pochi attaccanti?
"Io non cerco alibi, anche se non c'è dubbio che è stata una stagione sfortunata, con infortuni che difficilmente capitano. Siamo però in corsa per tre obiettivi, già da domani dobbiamo far punti perché c'è tanto da giocare".

Guarin è un calciatore duttile, ma Stramaccioni dove lo vede?
"Il suo ideale è un interno di centrocampo a 3, perché può sfogare forza e tiro. L'ho messo a supporto di un attacco che perdendo di Milito ha perso un po' di peso, ho cominciato a schierarlo lì per non snaturare il tridente. Queste due partite sono state un po' un caso perché non abbiamo avuto tempo per lavorare, lui è stato costretto a fare il quarto di centrocampo, col Milan abbiamo sofferto e non per colpa sua. Adesso però lo metterò nella posizione che più preferisce perché ho anche Schelotto, Alvarez che mi danno alternative".

Sarà un occasione per vedere all'opera gli acquisti di gennaio?
"Kuzmanovic e Schelotto, insieme a Rocchi, per motivi diversi, non sono nella lista dell'Europa League e dal primo minuto o a gara in corso li utilizzerò. Ma tutti stanno dimostrando comunque di poter fare bene".