2

La delusione per l'uscita dalla Champions League è ancora tangibile in casa rossonera tuttavia l'imminente impegno casalingo contro il Palermo, regala alla squadra di Allegri l'occasione di tornare presto in campo per dimostrare il proprio valore.

Uno dei giocatori desiderosi di rivincita è sicuramente l'ex interista Muntari, eroe della gara di San Siro contro il Barça ed escluso nel ritorno al  Camp Nou dall'undici titolare. Sulley Muntari, intervistato oggi da Sky Sport 24 ha fatto il punto sugli obiettivi dei rossoneri da qui a fine stagione senza fare mistero delle proprie ambizioni.

Ecco le parole del ghanese: "Arrivare secondi sarebbe come vincere lo scudetto? No, non è come lo scudetto. Noi vogliamo vincerlo se è possibile, era quello che avevamo in testa all'inizio, poi le cose non sono andate bene per via dei tanti cambiamenti. Il Milan è una società che deve puntare solo al primo posto".

Sulla gara di campionato contro il Palermo e sul possibile contraccolpo psicologico dopo l'eliminazione dalla Champions, il centrocampista rossonero ha chiarito: "Rischi contro il Palermo dopo l'eliminazione? Non c'è nessun rischio, siamo molto arrabbiati, ma nel calcio può capitare. Il nostro cammino non è finito, la Champions è passata e adesso abbiamo un altro obiettivo, puntiamo tutto sul campionato, ogni squadra che incontriamo non la lasciamo respirare".