171
Dulcis in fundo, si sono conclusi questa sera gli ottavi di finale di Euro 2020: dopo la sfida del pomeriggio tra Inghilterra e Germania, alle 21 a Wembley, Londra, la Svezia di Janne Andersson cede 2-1 al 121' dei tempi supplementari contro l'Ucraina di Andriy Shevchenko, nell'ultima sfida a eliminazione diretta prima dei quarti; decide la rete dell'attaccante del Dnipro Dovbyk, che replica ai gol di Zinchenko e Forsberg (4 a Euro 2020): sarà Inghilterra-Ucraina nel match di sabato 3 luglio alle 21 all'Olimpico di Roma. Le due nazionali avevano raggiunto la fase finale da sorprese, ma in maniera molto differente: la Svezia aveva convinto e vinto il Gruppo E davanti alla Spagna, l'Ucraina aveva sofferto e si era qualificata per il rotto della cuffia come terza del Gruppo C, dietro a Olanda e Austria. Ma nelle sfide a eliminazione diretta non conta più nulla. Oltre all'ex Pallone d'Oro rossonero in panchina, tanta Italia in campo, nonostante l'assenza di Zlatan Ibrahimovic: da una parte lo juventino Dejan Kulusevski e il doriano Albin Ekdal, dall'altra l'atalantino Ruslan Malinovskyi. Nel primo tempo Olsen salva su Yaremchuk,  Isak si rende pericoloso prima del gol di Zinchenko su assist con la trivela di Yarmolenko. Arriva il pari di Forsberg, prima dei pali di Sydorchuk e dello stesso trequartista del Lipsia, che poi coglie anche una traversa. Nel finale espulso Danielsson per un intervento killer su Besedin, prima del tripudio targato Dovbyk.