7
Svizzera-Spagna 2-4 d.c.r. (1-1 dopo i tempi regolamentari e i supplementari)

SVIZZERA

Sommer 7,5: incolpevole sul gol, si oppone bene a Dani Olmo nella ripresa ed è attento nelle uscite. Strepitoso ai supplementari su Gerard Moreno, ai rigori fa il suo.

Elvedi 6,5: regge bene l'urto dalla sua parte, nonostante si trovi spesso in due contro uno.

Akanji 6,5: una vera e propria muraglia, disinnesca praticamente tutti i pericoli dalle sue parti. L'errore ai rigori non macchia la prestazione.

Rodriguez 6,5: prestazione solida, mette cross interessanti dalla bandierina. Ai supplementari ha ancora forza per opporsi agli assalti e alle conclusioni degli spagnoli.

Widmer 6: cresce nella ripresa, anche se lascia spesso Elvedi solo contro due (dal 101' Mbabu 6: entra e mette gamba, contiene bene Gerard Moreno nel finale).

Zakaria 5,5: ha il compito non semplice di sostituire lo squalificato Xhaka. Beffa il proprio portiere con una goffa deviazione, sfiora il gol nella ripresa con un bel colpo di testa (dal 101' Schar 5,5: chiude bene in difesa, male dal dischetto)

Freuler 6: furbo e reattivo ad approfittare del rimpallo tra Laporte e Torres per recuperare palla e servire a Shaqiri il più comodo degli assist. Entra duro su Moreno, ma il rosso estratto da Oliver non convince e appare esagerato.

Zuber 6: non è ai livelli della sfida con la Francia, ma riesce comunque a rendersi pericoloso nella ripresa (dal 90+2' Fassnacht 6: soffre poco, ordinato).

Shaqiri 6,5: è il capitano e da capitano prova costantemente a trascinare gli elvetici. Freddo a sfruttare l'assist di Freuler per il pareggio, esce tra gli applausi (dall'81' Sow 6: prova qualche strappo personale senza successo, copre bene).

Embolo 6: non fa in tempo a vedersi, si fa male subito (dal 23' Vargas 6: gran giocata per mandare in porta Zuber, calcia alle stelle ai rigori condannando la Svizzera).

Seferovic 5,5: tanto lavoro sporco e poca gloria questa volta, si immola sul tentativo di rovesciata di Ferran Torres (dall'82' Gavranovic 6,5: entra in una situazione complicata, riesce a tenere in apprensione la difesa spagnola. Unico dei suoi a non sbagliare dal dischetto).

Ct Petkovic 7: di più a questa Svizzera proprio non si poteva chiedere, anzi gli elvetici sono andati ancora una volta oltre le aspettative. Sotto per una sfortunata deviazione, reagiscono e ingabbiano la Spagna fino ad approfittare di un episodio per pareggiare. Sotto di un uomo, il ct ridisegna la squadra che tiene botta e trascina la sfida ancora una volta ai rigori. A differenza degli ottavi con la Francia, il discetto non premia gli svizzeri, ma resta un cammino ad altissimi livelli.

SPAGNA

Simon 7,5: l'erroraccio contro la Croazia è un fantasma che talvolta torna vivo. Con la palla tra i piedi non dà sicurezza, ma riscatta tutto parando due rigori e trascinando la Roja. 

Azpilicueta 6,5: molta più fase difensiva che offensiva, ma svolge il compito in maniera perfetta. Sempre presente. 

Laporte 5: il momentaneo pareggio di Shaqiri nasce un intervento sciagurato in area di rigore con la compartecipazione del compagno Pau Torres. 

Pau Torres 5: si veda il giudizio precedente, i rigori rendono meno amaro il goffo errore (dal 113' Thiago Alcantara sv).

Alba 6,5: propizia l'autogol di Zakaria, è lui il terzino designato a spingere. Una certezza sulla fascia sinistra per tutti i 90'.

Busquets 6: da quando è tornato, ha cambiato la Roja. Mezzo voto in meno per il rigore sbagliato, ma in mezzo al campo è un perno fondamentale per la manovra dei suoi tra palloni intercettati e verticalizzazioni.

Koke 5,5: è il padrone dei calci piazzati, ma fatica a caricarsi la squadra sulle spalle (dal 91' Marcos Llorente sv)

Pedri 7: sprazzi di talento, dà qualità con giocate di classe e ritmo (dal 119' Rodri 5: entra per il rigore, lo sbaglia. Viene graziato).

Sarabia 5,5: parte a sinistra, cala quando Luis Enrique lo sposta a destra (dal 45' Dani Olmo 6,5: poco cattivo sotto porta, ma intraprendente sulla corsia mancina. Non sbaglia dal dischetto).

Morata 6: zero chances in area di rigore, ma lavora bene per i compagni (dal 54' Gerard Moreno 6,5: è l'uomo dei rigori, non fallisce nemmeno oggi). 

Ferran Torres 6: parte bene, mostrandosi pimpante tanto a destra quanto a sinistra. Poi cala di ritmo ed esce dalla partita (dal 91' Oyarzabal 7: entra bene, conclude con il rigore decisivo che prenota il biglietto per Wembley).

Ct Luis Enrique 6,5: la sua Spagna non brilla, crea poco e gioca a ritmi bassi. Ma tiene tanto il pallone e controlla il gioco: solo il cuore della Svizzera lo trascina ai rigori.