55
Dominik Szoboszlai oggi piace davvero a tutti. Perché ha solo 20 anni ma ha già esperienza pure in Champions League, segna, fa segnare, ha una determinazione importante. E in realtà il primo club italiano a puntarlo era stato la Juventus: il nome del centrocampista ungherese oggi al Salisburgo era spuntato nel famoso "pizzino" di Fabio Paratici ritrovato al ristorante, un bigliettino con tanti nomi e strategie scritti su un foglio tra cui c'era anche Szoboszlai. 

Ascolta "Szoboszlai e la Juve" su Spreaker.

DALLA JUVE A MILAN E NAPOLI - Era un anno e mezzo fa, gennaio 2019; Dominik non era così quotato e costoso, ecco perché la Juve pensava di provare un'operazione alla Demiral col Sassuolo: prendere Szoboszlai insieme, lasciarlo da De Zerbi per sei mesi oppure un anno e poi valutarne l'arrivo in bianconero con le tempistiche giuste per consentirgli di farsi strada. Dominik ha preferito restare a Salisburgo e la Juve non ha affondato, oggi gli austriaci si godono un gioiello che piace moltissimo al Milan e a Ralf Rangnick che lo conosce bene, i rossoneri sono sicuramente da considerare in corsa mentre il Napoli ci pensa seriamente come occasione per settembre, quando il mercato entrerà nel vivo e a centrocampo potrebbero esserci ritocchi. Sfida aperta e occhio ai blitz dall'estero. Con la Juve che ci aveva provato, ma è già tardi...