Sono ore calde per il mercato del Milan: dopo l'arrivo di Diego Lopez e Armero si continuano a cercare rinforzi per centrocampo e attacco. Nel fine settimana Galliani e Cairo si sono incontrati a Forte dei Marmi e, anche se non ci sono conferme a riguardo, è molto probabile che i due abbiano parlato di Alessio Cerci, primo obiettivo in casa rossonera. L'ad del Milan continua a temporeggiare senza affondare il colpo, speranzoso che il Torino abbassi le pretese economiche per lasciar partire l'esterno d'attacco di Velletri.

PISTE PARALLELE - La strategia di Galliani sembra ormai abbastanza chiara: ritardare l'offerta per Cerci aspettando che il prezzo del giocatore con l'avvicinarsi della fine del mercato scenda. Nel frattempo Galliani non ha però abbandonato la pista che porta ad Adel Taarabt, consapevole di avere la piena disponibilità del giocatore marocchino al ritorno a Milano. Il classe '89 al momento non si sta allenando con il Qpr, società londinese proprietaria del suo cartellino, in attesa di trovare una nuova sistemazione. A riguardo ha parlato il tecnico dei londinesi Henry Redknapp: “Non so cosa succederà con Taarabt. Non si è allenato ed è lontano dalla forma migliore al momento. Può allenarsi questa settimana, ma penso che voglia andare via. Ma se non vuole stare qui devono pagarlo la cifra giusta, non andrà via a basso prezzo”, parole che sembrano un chiaro riferimento a Galliani. Il Milan lo scorso maggio aveva deciso di non esercitare il diritto di riscatto di Taarabt fissato a 7 milioni, e sarebbe intenzionato ad offrire non più di 3,5 milioni di euro più bonus legati ai risultati della squadra. Già domani Galliani incontrerà Kia Joorabchian per porre le basi sull'accordo che legherà eventualmente il marocchino al Milan. 

CAIRO LIBERA CERCI - Con il presidente Urbano Cairo, invece, proseguiranno i contatti per provare a strappare Alessio Cerci al Torino. Il presidente granata ha parlato proprio del futuro dell'ala aprendo a una sua possibile cessione: "Dipende molto da lui, da parte mia la voglia di tenerlo c'è tutta. Milan? Non sarò certo io, però, a tarpare le ali dei giocatori: saranno decisivi i prossimi dieci-quindici giorni"
Queste invece le parole di Adriano Galliani dopo l'elezione di Tavecchio come nuovo presidente della Figc: "Oggi non abbiamo parlato di mercato, di Cerci ne riparleremo con Cairo".