50
Consultazioni, in casa Juventus. Giornate di allenamenti in solitaria e confronti, rigorosamente telematici, tra Giorgio Chiellini e i suoi compagni di squadra. Il capitano bianconero, dopo aver parlato con le altre sfere juventine, Andrea Agnelli e Fabio Paratici, ha iniziato un giro di chiamate, da un paio di giorni a questa parte, con Ronaldo e soci. Sul tavolo un argomento caldo: il taglio degli stipendi in questo momento d'emergenza a cui ha costretto il coronavirus. 

I SENATORI DICONO SI’ - Come scrive Tuttosport, Chiellni è partito proprio dai senatori, Gigi Buffon, Leonardo Bonucci e Cristiano Ronaldo, ottenendo ampia disponibilità da tutti. Tre le opzioni presentate dal numero 3 della Juventus ai compagni (con le consultazioni che devono ancora terminare): pagamento degli stipendi fino a marzo e poi stop fino alla ripresa dell’attività; rinuncia di uno stipendio, da marzo a giugno, se l’attività riprende, due se lo stop sarà definitivo; rinuncia a un mese e mezzo di stipendio indipendentemente da come si volverà la situazione. 

IL RISPARMIO - Un mese di stipendio di Cristiano Ronaldo, per intenderci, è 3,8 milioni di euro netti. Quindi, la Juventus, secondo le proposte avanzate da Chiellini, risparmierebbe tra i 20 e i 40 milioni di euro, dipende da quale opzione 'vincerà'. Chiellini si muove in prima persona, i senatori dicono sì: la Juventus vuole dare un segnale a tutto il movimento. Come il Barcellona in Spagna. Un qualcosa di necessario per alleggerire la pressione in um momento di emergenza.