Commenta per primo

Massimo Taibi, ex portiere del Manchester United, è intervenuto in diretta a Radio Sportiva per commentare l'addio al calcio di Sir Alex Ferguson: "Per me il suo addio è stata una sorpresa, anche se il tempo passa per tutti. Pensavo che continuasse ancora, però ha fatto una scelta intelligente, chiudendo un´era dopo la vittoria di un campionato. Io racchiudo sempre la persona Ferguson nell´espressione "dittatore democratico": lui determinava tutto, si occupava di tutto l´aspetto gestionale e manageriale. Mi colpiva la sua determinazione, il fatto che tutti i campioni, quando parlava o si arrabbiava, stessero al loro posto. Al di là della personalità, poi, è stato un grande allenatore, perché curava molto l´aspetto del settore giovanile: lanciava i giovani con una certa tranquillità e convinzione e questo è sinonimo di grande competenza calcistica. Per la sua successione, se ho conosciuto bene Ferguson, avrà ancora potere decisionale nel club: per questo, penso che potrebbe essere David Moyes il prescelto. Mourinho avrebbe una personalità troppo spiccata per lavorare con Ferguson".