76
L'episodio di razzismo nei giorni scorsi non è andato giù al brasiliano Taison. L'esterno si è sfogato in queste ore a Globoesporte, dichiarazioni forti legate all'addio allo Shakhtar Donetsk perché molto deluso dalla realtà ucraina dove ha preso insulti razziali, con una confessione di mercato sul Milan. Queste le parole di Taison: "Dopo quanto accaduto, ho pensato: è tempo per me di andare via dallo Shakhtar, questa è la mia volontà, voglio tornare ad essere felice".

Il brasiliano ha poi rincarato la dose tirando in ballo la proposta estiva rossonera: "Sarà molto difficile andare via, da quello che credo conoscendo lo Shakhtar. Il Milan ha offerto 30 milioni per me, una proposta importante arrivata durante la scorsa estate, ma la società ha rifiutato. Tornare in Brasile? Credo che per motivi economici sia impossibile. Sarò da quelle parti il 15 dicembre, ma solo per le vacanze", ha concluso Taison.