74
Da 4 settimane… a 4 mesi. Luis Suarez è stato operato oggi (pulizia al ginocchio destro in artroscopia) e il report medico pubblicato dal Barcellona dopo l’intervento ha comunicato tempi di recupero decisamente diversi da quelli stimati alla vigilia (4-6 settimane di stop). Suarez potrà dunque tornare in campo circa a metà maggio, quando alla fine della Liga mancheranno 2-3 giornate. Con anche Dembelé ai box, non è da escludere un intervento sul mercato del Barcellona per sostituire Suarez. Il sogno del club blaugrana ha un nome e un cognome: Lautaro Martinez. Elogiato da Lionel Messi - suo compagno in nazionale - ma anche dallo stesso Suarez, che recentemente aveva dichiarato: “Lautaro è un attaccante incredibile che sta giocando molto bene. Ma non possiamo dimenticare che è di proprietà dell’Inter. Ciò che è ovvio è che sta giocando ad alti livelli in questa stagione”.


LAUTARO NON SI TOCCA - Una doppia investitura importante, che diventa tripla con le parole di dicembre del presidente dei blaugrana, Josep Maria Bartomeu: “Lautaro? È una domanda-trappola. Quello che posso dire è che all'Inter sta giocando benissimo e non è l'unico ad avermi impressionato”, le sue dichiarazioni alla vigilia della sfida di Champions League tra i catalani e i nerazzurri dello scorso dicembre. Ha convinto nel doppio confronto della fase a gironi, segnando all’andata al Camp Nou. Il Barcellona lo monitora da mesi, l’Inter ne è consapevole ma ha le idee chiarissime: Lautaro Martinez non si tocca. La volontà dei nerazzurri è di trattenerlo anche per la prossima stagione, esiste il desiderio da parte di tutti di arrivare al rinnovo di contratto perché Conte stravede per il Toro e lo sta plasmando a sua immagine e somiglianza e perché Lautaro stesso è riconoscente ai nerazzurri per averlo lanciato nel calcio che conta.

PER IL RINNOVO - Ma affinché le premesse sfocino in un prolungamento del matrimonio, bisognerà trovare la quadra sulle cifre e, trattandosi di un calciatore di livello importante, i soldi in questione non sono pochi. La trattativa è destinata a protrarsi anche nelle prossime settimane, in quanto l'Inter è pronta ad aumentare l'attuale ingaggio da 3 milioni di euro più bonus, ma la partita si gioca soprattutto sul nodo della clausola rescissoria. Al momento pari a 110 milioni di euro e che Marotta vorrebbe aumentare sensibilmente per respingere la corte delle pretendenti o annullarla del tutto. L’Inter e l'entourage di Lautaro sono al lavoro per il rinnovo di contratto, il Barcellona dovrà guardare altrove per sostituire l’infortunato Suarez: il Toro non si tocca.