20
Niente distrazioni, testa solo al campo. I soli tre successi in dieci partite obbligano l'Inter a concentrarsi solo sugli impegni ufficiali e sui tre punti. Secondo quanto riporta il Corriere dello Sport, come l'anno scorso la dirigenza nerazzurra ha scelto di affrontare il discorso rinnovi solo in estate. L'obiettivo è sgombrare la testa dei calciatori da pensieri esterni, evitare una sensazione di appagamento in caso di prolungamento e aggirare eventuali malcontenti nello spogliatoio. 

L'ECCEZIONE - Stand-by fino a giugno? Non proprio. Perché il lavoro dell'ad Beppe Marotta e del ds Ausilio non si ferma. I dialoghi vanno avanti: entro fine anno è atteso un incontro con l'entourage di Lautaro Martinez. L'ultima apparizione in città degli agenti del Toro, il cui contratto è in scadenza nel 2023, risale a fine estate e si farà il punto sulla clausola da 111 milioni e sull'ingaggio. Discorso simile per Nicolò Barella e Stefan de Vrij. Il centrocampista ha un contratto fino al 2024 ma c'è la promessa di ritoccare l'ingaggio: niente fretta. Per il difensore olandese, invece, discorso avviato con Raiola, ma se ne parlerà tra qualche mese. L'unica eccezione riguarda Alessandro Bastoni: Marotta punta a prolungare l'accordo fino al 2025, raddoppiando l'attuale ingaggio da 1 milione a stagione e l'accordo può arrivare prima della fine della stagione.