Commenta per primo

E' tornato un idolo tra i tifosi del Manchester City e il suo rientro nella seconda parte della passata stagione e' stato decisivo per la conquista del titolo. Eppure, a un certo punto, la situazione era diventata talmente frustrante da pensare di appendere le scarpette al chiodo. Intervenuto ai microfoni dell'emittente argentina "Rock and Closs", Carlos Tevez rivela di essere stato vicino al ritiro nel 2011. 

"Ho pensato seriamente di smettere visto tutto quello che era accaduto con l'Argentina e con Mancini - racconta Tevez - Sono una persona dal sangue bollente e non mi piace essere sostituito o rimanere in panchina. Adesso, invece, sono molto piu' calmo". Nel 2011 Tevez ha vissuto il dramma dell'eliminazione della Seleccion nella Coppa America davanti al pubblico argentino e qualche mese più tardi, dopo la lite con Mancini durante la partita di Champions tra Manchester City e Bayern Monaco, era finito fuori rosa ed era stato a un passo dalla cessione al Milan prima che tutto tornasse alla normalità.