13
"Eri partito così bene, fra". Canta così The Andre, cantautore e artista piemontese arrivato alla ribalta grazie alle cover di canzoni trap e indie (da Achille Lauro, che ha apprezzato la sua Rolls Royce al punto da chiedergli un duetto, a Calcutta, passando per i Coma_Cose, Ghali e Ambra Angiolini, la compagna di Allegri) con la voce di Fabrizio De Andrè su Youtube, con il benestare e l'apprezzamento dell'ex moglie di Faber (ed ex fiamma di Gianni Rivera), Dori Ghezzi. Lo fa nel suo singolo di svolta, Captatio Benevolentiae

"Ero consapevole che il gioco delle cover e traduzione non potesse durare per troppo tempo e avrei sempre voluto fare qualcosa di mio", ha raccontato a Calciomercato.com il giovane artista poco prima della data del suo Senza Accento Tour 2020 ai Giardini Estensi di Varese. "Captatio è l'inizio di una nuova fase, per questo ho sentito il bisogno con questo pezzo di chiedere scusa ai miei fan, ma sentivo la necessità di prendere le distanze da quella parte di pubblico che vorrebbe che facessi tutta la discografia indie e trap con la voce di Faber". 

Al singolo seguirà, ci svela The Andre, nei prossimi mesi un album, composto completamente da pezzi inediti, "alcuni divertenti, altri giustamente noiosi", ironizza il cantautore, per l'etichetta discografica Mescal, che ha lanciato tra gli altri, negli anni, Subsonica, Afterhours, Cristina Donà e Modena City Ramblers, e che ora ha sotto contratto Bugo, cantautore che il giovane incappucciato prende ironicamente in giro nel suo ultimo singolo, con il passaggio "Non è detto che ogni bruco diventi una farfalla, non è detto che ogni Bugo diventi Lucio Dalla". 
"Bugo non è stato particolarmente contento (ride, nda), non ha fatto i salti di gioia ma ha accettato di buon grado la cosa". E' strano, The Andre, perché appare schivo e insicuro nonostante una grande cultura e una qualità intellettiva che colpiscono. Per questo, più che per questioni di marketing, ha deciso di celare la sua identità. "Mi sono reso conto che è una dimensione in cui mi sento molto a mio agio e per ora non mi va di abbandonarla". Altri artisti, però, come Tha Supreme e Liberato, che lui stesso ha "coverizzato", continuano a viverla anche come una trovata per creare hype. "Quando vorranno svelarsi potranno farlo senza perderci artisticamente, nel frattempo se la godono". 

E per quanto riguarda il calcio? In questo caso, dietro all'alone di mistero sulla sua identità arriva una certezza: "Non sono un grande tifoso, ma se lo fossi tiferei Atalanta perché è una squadra che gioca molto bene, ha una maglia con un bell'abbinamento di colori ma, a differenza dell'Inter, ha meno tifosi ed è più di nicchia". 

The Andre è stato anche ospite fisso dell'ultimo Extra Factor e ora si candida per la conduzione della prima serata nei prossimi anni. "Mi ci vedo nei panni del mattatore, ho l'attitudine giusta - dice con la sua consueta ironia -. Sono pronto a fare Cattelan con la voce di De Andrè". In attesa di diventare protagonista dei prossimi X Factor, The Andre ci delizia con uno dei primi tour italiani di questo post lockdown. "Mi sento uno dei pochi fortunati che ha ricominciato a muoversi sui palchi, ma tanti ne stanno soffrendo molto. La mia fortuna è anche quella di avere un altro lavoro (che non svelerò) che mi permette di sopravvivere". 
E dopo la qualità mostrata nella data varesina, con il supporto dell'ottimo Elton Novara, c'è da aspettarsi un ritorno ai concerti estivi di grande livello. Ma non aspettatevi l'ultima di Fibra con la voce di Vecchioni