114
Di nuovo titolare, per la seconda volta in campionato, per l'ottava in stagione. Diogo Dalot contro il Benevento giocherà dal primo minuto, come terzino sinistro, sostituirà ancora una volta Theo Hernandez. A Genoa il francese aveva un fastidio muscolare, contro gli uomini dell'ex Inzaghi mancherà per squalifica, sostituito dal portoghese, che sarà nuovamente schierato in una posizione non sua. Il Milan in estate l'ha scelto per la sua duttilità, il ragazzo cresciuto nel Porto ha sempre risposto presente, si è messo a disposizione con grande professionalità, dimostrando di meritare la maglia del Milan.

RISCATTO - Milan che è soddisfatto dal suo rendimento, ​che ha la sensazione che siamo solo all'inizio del suo percorso di crescita e che Diogo possa fare grandi cose nella seconda metà di stagione. I giudizi sono positivi, per questo la prossima primavera aprirà un discorso con il Manchester United per riscattarne il cartellino. Al momento ci sono altre priorità, i rinnovi di Calhanoglu e Donnarumma su tutte, ma nella testa di Maldini e Massara Dalot rappresenta il presente e il futuro del Milan.
ASSIST - Molto dipenderà dal prezzo che farà lo United, che lo ceduto lo scorso ottobre in prestito secco. A Old Trafford, per Dalot, potrebbe però non esserci più spazio. Solskjaer a destra ha scelto Wan-Bissaka e ha chiesto alla sua squadra mercato un nuovo volto, un rinforzo in grado di garantire copertura e spinta. Il primo nome sulla lista è quello di Kieran Trippier dell'Atletico Madrid (attualmente squalificato 10 settimane per calcioscommesse) ​le alternative sono Nordi Mukiele del Lipsia e Max Aarons del Norwich. Un nuovo arrivo metterà alla porta Dalot, con il Milan pronto ad approfittarne.