36
Il terzino del Milan Theo Hernandez ha raccontato durante il Q&A con i tifosi su Instagram il suo legame con il club rossonero e la città di Milano:

Come definiresti l’atmosfera di San Siro? “È impressionante, noi speriamo che i tifosi ci sostengano sempre fino alla fine”.

Cosa ti piace di più di Milano? “Quello che mi piace più di Milano è soprattutto San Siro. A parte lo stadio mi piace molto la moda, quindi via Montenapoleone”.

Il coro della Curva che ti piace di più? “È quello che fa “Olè olè olè olè, Theo, Theo!”.

Come stai in questi giorni difficili? “In questi giorni sono qui a casa, tranquillo. Speriamo passi tutto in fretta e di poter tornare ad allenarci e a giocare, che è ciò che più ci piace”.

Come sarebbe giocare con tuo fratello nello stesso club? Magari nel Milan… “Sarebbe un sogno, lo abbiamo fatto nelle giovanili, eravamo dei ragazzini e spero in futuro di giocare ancora insieme. Se sarà nel Milan, ancora meglio”.

La prima persona a cui hai detto che andavi al Milan? “La prima persona a cui ho detto che avevo firmato per il Milan fu mia madre, poi ovviamente a mio fratello, che sono le persone che mi supportano sempre e sono al mio fianco ogni giorno”.

Su che aspetti del gioco vuoi migliorare? “Sono ancora giovane e ho molto da imparare, ma voglio migliorare soprattutto nella fase difensiva, dove ho più difficoltà, ma miglioro giorno dopo giorno”.

Qual è il tuo DJ preferito? “David Guetta, un gran DJ”.
Perché hai scelto il 19? “Perché è un numero che mi piace e aveva anche mio fratello, era libero e l’ho scelto. Mi sta portando fortuna”.

Stai studiando per imparare l’italiano? “No, non sto studiando l’italiano. È difficile impararlo perché in squadra ci sono molti ragazzi che parlano lo spagnolo, però l’italiano lo capisco bene e presto lo parlerò”.

Ti scrivono più fantallenatori o ragazze? “Mi scrivono un po’ tutti, fantallenatori, ragazze… persone di ogni tipo”.

Quali sono i tuoi 3 giocatori preferiti della storia del Milan? “Le 3 leggende più grandi della storia del Milan sono Kaká, Ronaldinho e Maldini”.

Il compagno di squadra più divertente? “Mi trovo bene con tutti, sono ragazzi incredibili. Quelli con cui mi trovo meglio ovviamente sono gli spagnoli che ovviamente parlano la mia lingua e mi ci rapporto ogni giorno”.

Sei felice? “Sì, sono molto felice. È un momento molto bello della mia carriera. Mi trovo molto bene con i compagni, nel Club e in questa città e spero di godermelo per molto tempo ancora”.

Vi sentite spesso fra compagni? Parlate di quello che sta succedendo? “Ultimamente non sto parlando molto con i miei compagni. Parlo molto con Samu Castillejo, mi trovo bene con lui. Parliamo di quello che sta succedendo in questo momento, una situazione molto complicata”.

Theo, come sarà tornare in campo? “Sarà bellissimo, perché quello che vogliamo noi giocatori è allenarci e giocare ogni weekend. Spero che passi subito questa situazione perché vogliamo tornare in campo il prima possibile”.

Hai un messaggio per medici e soccorritori impegnati nella battaglia al Coronavirus? “L’unica cosa che voglio dire loro è un grande grazie per tutto il lavoro che stanno facendo. Dai medici agli infermieri, state facendo un lavoro incredibile e spero che vinceremo tutti insieme questa battaglia il prima possibile. Sempre forza Milan e restate a casa”.