Commenta per primo

Il quotidiano Tuttosport ha intervistato l'ex difensore della Juventus Lilian Thuram. 'Sono sicuro che quella contro il Real Madrid sarà una bella partita, spero che i bianconeri possano tornare a giocare ai massimi livelli, anche in Europa - ha affermato il francese -. Conte sotto esame dopo il ko di Firenze? Non si può giudicare un allenatore solo per una partita, e non lo si dovrà fare neppure per quella di Madrid. Lui sta dimostrando il suo valore alla guida della Juve ormai da un paio d'anni. Mi ricordo che parlava molto poco nello spogliatoio, ma quando lo faceva tutti stavano ad ascoltarlo: per me è normale oggi vederlo nei panni di tecnico della Juventus, credo si faccia rispettare parecchio anche dai giocatori. Buffon? La sua forza è che continua a divertirsi, giocando a calcio: ha una grande passione, oltre ad avere grandi qualità. Io spero possa giocare ancora a lungo, chessò, sino a 52 anni... Io mi fermai per un problema al cuore, e fu quasi una fortuna: non avrei mai smesso con questo sport, mi piaceva troppo. Ancelotti? Conosco bene anche lui, mi allenò al Parma. Mi diceva sempre che avrebbe voluto un fisico come il mio, insieme alla sua testa, e così sarebbe stato perfetto. Ma io gli rispondevo sempre: mister, la testa ce l'ho pure io... Con lui avevo un rapporto splendido, è stato l'allenatore che mi ha insegnato di più dal punto di vista tattico, ed è una persona per bene'.