3

Un altro lutto in Casa Lazio. A pochi giorni dalla scomparsa di Aldo Donati e di Gianmarco Agostinelli, figlio di Andrea, un altro pezzo di storia biancoceleste vola in cielo. Se ne è andata anche Lina Maestrelli, la moglie del “Maestro”, l’allenatore che portò la Lazio alla conquista del primo scudetto nel 1974. Dopo la morte del marito, ha dovuto piangere la scomparsa di due dei quattro figli: Maurizio e Patrizia, strappati agli affetti familiari dallo stesso terribile male che si era portato via il loro papà, l’allenatore più amato della storia del club.

Dopo tanto dolore, se ne  è andata anche lei. Aveva 91 anni e da tempo era malata. Una donna straordinaria, che è rimasto vicina a suo marito fino all’ultimo giorno della sua malattia. Poche le foto insieme al compagno di una vita Tommaso Maestrelli. A Lina non piaceva apparire in pubblico. Persona riservata, una signora di altri tempi.
Con la morte di mamma si chiude un libro glorioso, ma anche triste”, ci ha detto tra le lacrime il figlio Massimo. Ma non è vero, perché a tenere alto il nome e la lazialità della famiglia Maestrelli ci saranno ancora lui e sua sorella Tiziana. Perché sono ancora tantissimi i tifosi che se li ricordano, insieme al papà e ai fratelli scomparsi, al campo di Tor di quinto, durante gli allenamenti di quella mitica Lazio.
I funerali della signora Maestrelli si terranno domani mattina alle 11, nella chiesa “Preziosissimo Sangue”, in via Flaminia, alla Collina Fleming. Un bagno di folla si riunirà, purtroppo ancora una volta, per omaggiare una signora straordinaria. Naturalmente laziale.

lultimaribattuta.it
(Foto tratta dal sito laziowiki.org)