232
Lascerà Brescia, giocherà in una big, ma il futuro resta ancora da scrivere. A tre settimane dall'inizio del campionato Sandro Tonali non conosce il nome della sua prossima squadra, al momento non bisogna escludere nessuna opzione. C'è un club in pole position da tempo, l'Inter, che ha già l'accordo con il suo entourage sulla base di un contratto pluriennale da 2 milioni di euro più bonus a stagione, ma non ha quello con il Brescia, che continua a non fare sconti. Vuole 35 milioni di euro, si può discutere sulla formula ma al momento la valutazione che fa Cellino non scende.

INTER - Per questo motivo l'Inter ha preso tempo. Tonali è un prospetto molto interessante, un altro tassello del progetto azzurro di rinnovamento del centrocampo, iniziato l'anno scorso con gli ingaggi di Barella e Sensi, ma in questa fase considera giusto aspettare. Per capire se il prezzo può scendere, per valutare altri obiettivi, come per esempio Vidal, molto gradito a Conte e in uscita dal Barcellona. Il Guerriero è in scadenza nel 2021 e non rientra nei piani di Koeman, che lo ha messo sul mercato. La società nerazzurra aspetta, con Conte che negli ultimi giorni ha ribadito al club di volere giocatori esperti per provare a vincere subito un trofeo.
MILAN - In questa impasse prova ad approfittarne il Milan, che non ha presentato nessuna proposta ufficiale ma ha ribadito il suo interesse all'agente. Contatti in corso, se l'Inter non dovesse chiudere, allora i rossoneri sarebbero pronti a provarci con più decisione: perché Tonali, per quanto il colpo sia difficile, è un nome che piace e non poco al Milan, Maldini e Massara attenti per tentare lo sgambetto ai nerazzurri.