2

Dopo l'incredibile gol realizzato nel derby, rompendo peraltro una maledizione lunga 12 anni per il Toro contro la Juventus, in tanti hanno scoperto il talento di Bruno Peres; e pensare che l'intero inizio di stagione del brasiliano era stato giocato sempre su livelli altissimi, tanto da farne une delle sorprese più liete del campionato. Peraltro, gol di splendida fattura l'esterno li aveva già realizzati con la maglia del Santos, dove la sua partenza ha lasciato molto rammarico fra i tifosi; eppure, Petrachi è riuscito a ottenerlo per soli 2,2 milioni, approfittando di un momento in cui il giocatore aveva perso la titolarità del posto in squadra.

CronacaQui Torino rivela quanto sia schizzata la sua quotazione economica dopo il primo, estremamente positivo periodo italiano: oggi Cairo lo valuterebbe non meno di 11-12 milioni di euro circa. Ma al tempo stesso non ha alcuna intenzione di cederlo tanto presto. Bruno Peres ha firmato un triennale dunque andrà in scadenza solo nel 2017, ma in tante hanno già iniziato a bussare alla porta di via dell'Arcivescovado; la prima a farlo, in ordine di tempo, è stata la Roma. Non a caso, in molti pronosticano al 24enne calciatore un futuro nella Seleçao come erede di Maicon e di Cafu, entrambi protagoniti in giallorosso; ma ora è presto, molto presto. Il Toro se lo tiene e se lo gode.