3
In casa Torino questo è il giorno della presentazione del nuovo responsabile dell'area tecnica, Davide Vagnati (QUI LE SUE PAROLE NELLA CONFERENZA DI PRESENTAZIONE). A presentarlo in conferenza stampa è stato il presidente granata, Urbano Cairo.  “Sono contento che Vagnati sia qua e di poterlo presentare. Però vi dico la verità: una volta mi stava sulle palle - ha esordito scherzando il patron del Toro - Nel 2016 abbiamo avuto un primo incontro per Alfred Gomis, Petrachi ha iniziato una trattativa con Vagnati e mi diceva che era un osso duro, che non si riusciva a combinare niente. Mi stava antipatico, però apprezzo molto quando trovo persone che mi fanno faticare dal punto di vista della negoziazione. Nel tempo ci siamo conosciuti e abbiamo fatto altri affari insieme, come Bonifazi e Valdifiori. E' nato un buon rapporto tra di noi e quando ho iniziato a pensare a cosa fare per la prossima stagione ho pensato a lui. Vagnati è giovane, affamato e voglioso di fare bene”.

Cairo ha poi annunciato che nei prossimi giorni incontrerà i giocatori in vista della ripresa del campionato: "La prossima settimana tornerà a Torino e incontrerò i giocatori personalmente, finora ci siamo visto solo in un call. Ha parlato Vagnati con loro e gli ha dato messaggi forti e mi ha riferito che sono molto vogliosi di fare bene, anche se siamo solo ai primi allenamenti collettivi. Dobbiamo tornare a essere una squadra compatta. Abbiamo solo 27 punti, non tanti, e molti li abbiamo buttati via stupidamente".

Poi sulla questione allenatore: "Longo l'ho scelto io a febbraio, poi purtroppo il campionato si è fermato e non ha avuto modo di lavorare, ma ha il mio massimo appoggio. I vari nomi che leggo sui giornali sono delle fantasie assolute, capisco che per i giornali sportivi è un momento difficile non essendoci notizie e a volte si deve lavorare di fantasia ma qui si sta andando oltre l'immaginabile. Noi siamo vicini al mister e siamo dalla sua parte per finire la stagione nel migliore dei modi e programmare al meglio il futuro".

"Tornando indieto nel tempo, abbiamo fatto un ciclo molto importante con Ventura, con Mihajlovic avevamo avuto un'ottima partenza che poi non è stata confermata, con Mazzarri abbiamo fatto l'anno scorso un campionato super e quest'anno le cose sono andate in maniera diversa. Siamo stati sfortunati a pescare la squadra peggiore che potessimo trovare, il Wolverhampton, nei preliminari di Europa League, poi in campionato ci sono stati tanti alti e bassi. La rosa era però la stesso dell'anno scorso, con le aggiunte di Verdi e Lyanco".
Cairo ha poi parlato anche dell'eventuale ripresa del campionato: "La direzione che abbiamo preso è chiara, ora sono anche iniziati gli allenamenti di squadra. Bisogna però vedere cosa deciderà il governo e bisogna ancora decidere cosa succederà in caso di nuovo stop. Leggevo dell'ipotesi playoff e dei playout ma non condividerei quest’opzione. Quando si ripartirà servirà una determinazione feroce, dobbiamo fare le cose con la voglia giusta per completare la stagione nel migliore dei modi”.

Il presidente granata ha anche ringraziato la Spal: "Il mese di maggio è solitamente quello in cui si inizia a programmare la stagione successiva. Per questo sono contento di avere qua Vagnati, grazie anche alla Spal. L'anno scorso decidemmo di tenere tutti ma il calcio non è più quello di una volta, ci sono dei giocatori che hanno intenzioni diversi".

Sullo stadio che resterà vuoto per diverso tempo Cairo ha commentato: "Che effetto mi fa vedere lo stadio vuoto? Siamo in una situazione senza precedenti, in ogni parte del mondo ci sono casi di Coronavirus. Poi in alcuni Stati le cose vanno meglio ma in altri vanno peggio. Bisogna adattarsi. Io per esempio è dall'8 marzo che vado tutte le sere in redazione al Corriere della Sera per dare sostegno al direttore e a tutti coloro che lavorano. La ritengo una cosa positiva”.

Infine, Cairo ha parlato poi dei rinnovi di De Silvestri e di Ansaldi: "Abbiamo un ottimo rapporto e Vagnati è in contatto con i loro agenti. Quando sarà opportuno cercheremo di fare i prolungamenti i contatti. Ora la cosa importante è che tutti tirino fuori la ferocia che hanno per finire al meglio questo campionato".