5

Simone Verdi e Gianmario Comi rientreranno fra quei giocatori che vedranno scadere la propria condizione di comproprietà solo in corrispondenza dell'estinzione stessa dell'istituto, ossia fra 12 mesi. Già, perchè Torino e Milan paiono piuttosto propense a rinnovare entrambe le compartecipazioni: tanto quella per l'esterno classe '92, reduce da un'ottima stagione a Empoli, quanto quella per il coetaneo centravanti che ha vissuto un'annata fra Novara e Lanciano.

Da capire adesso quale sarà il destino dei due giovani. Il figlio d'arte (dell'attuale direttore generale del Torino, Antonio Comi)  quasi certamente vivrà un altro campionato in prestito in Serie B. Qualche chances invece per Verdi di essere - almeno inizialmente - aggregato al gruppo di Ventura: il tecnico vuole testare di persona i miglioramente effettuati dall'ex rossonero nell'ultima annata, e valutare se possa all'occorrenza far rifiatare un po' Cerci, cui assomiglia per il ruolo e per alcune caratteristiche tecniche.