Commenta per primo
'Daremo al Toro una lezione, nel 2006 ci scippò la promozione che strameritavamo'. Fabrizio Lori, il presidente insolvente e a rischio fallimento del Mantova - i giocatori, così come i dipendenti delle sue aziende, non ricevono gli stipendi da sette mesi - accende i toni della sfida dal doppio sapore di A e retrocessione. Tutto cominciò nel 2006, quando il Torino fu promosso a scapito del Mantova dopo la finale play off: 4-2 al Martelli per i lombardi, rimonta granata al Delle Alpi dopo i supplementari (3-1), condita da polemiche per una gomitata di Doudou a Cioffi che sarebbe potuta costare l'espulsione e il rosso per il difensore di De Biasi. Farina, all'ultima partita della carriera, lasciò correre. Un anno fa, la caduta del Toro fu festeggiata con magliette di scherno e una pagina pubblicitaria di un gruppo di tifosi: 'Bentornato nella cadetteria ad UrBano'. Luogo della sfida, il Martelli: lo stadio da 15mila, intitolato a Danilo, mediano del Grande Torino sparito a Superga. Era di Castellucchio, a due passi da Mantova. (Leggo - Edizione Torino)