Walter Mazzarri, allenatore del Torino, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro l'Udinese: "Andiamo ad affrontarli nel proprio campo, dove hanno vinto con la Sampdoria, abbiamo preparato il match sapendo che non sarà facile. Chi tra Belotti, Iago Falque e Zaza? Serve che giochino quelli in forma e che la squadra possa reggere i due o i tre attaccanti, tutto il resto è aria fritta. La Nazionale? È una storia per conto suo. Ognuno deve fare le proprie scelte, mi piace avere l'imbarazzo della scelta. Farò le mie scelte in funzione di quel che è meglio della squadra. Bene che abbia giocato 90 minuti. Zaza per ora non ha quei ritmi e non mi sembra che la Nazionale abbia vinto. Noi, invece, domani dobbiamo vincere. Rincon ha fatto molto bene la gara con la Spal ed è un potenziale titolare per domani anche se devo fare i conti con il rientro dalla nazionale molto tardivo. Il 3-4-3 si può fare anche facendo giocare due attaccanti puri o con due trequartisti puri. In che modo? Stando alti o alzando gli esterni. Si gioca in 11+3, con la rosa fatta di 22. Pensate a Baselli e Rincon: erano quasi inamovibili lo scorso anno, con il modulo utilizzato. Ora invece potrebbero contendersi il posto. Ola Aina ha risposto benissimo, ma si è fatto male subito perché non ha fatto la preparazione con noi, non ha tenuto i 90 minuti. È convocato, vediamo se giocherà. Berenguer? Se fa quello che faceva Aina, dal punto di vista tattico sarebbe uguale".