Commenta per primo
"Vogliamo iniziare a raccogliere punti importanti anche in casa per non andare a inficiare quanto di buono fatto fuori". Giampiero Ventura vuole che il fattore campo diventi decisivo per il suo Torino, una squadra che in trasferta raccoglie tanto, ma che in casa ha avuto qualche problema di troppo. "Siamo consapevoli delle difficolta' che incontriamo: non avremo grandi spazi e ci troveremo di fronte a giocatori di qualita' contro i quali non potremo permetterci errori - spiega Ventura -. Abbiamo fatto una buona settimana di lavoro. Ancora oggi piu' ancora dei punti e' importante la prestazione: a Napoli abbiamo giocato bene al di la' del punto conquistato in extremis. Chiaramente oltre alla prestazione serve anche fare punti. Per giocare ad armi pari in serie A devi essere consapevole dei tuoi mezzi e delle tue conoscenze. I risultati spesso sono figli delle prestazioni globali e non delle giocate dei singoli. Ora la pressione inizia a calare e tutti hanno esordito: ora dobbiamo proseguire nel lavoro e divenire sempre piu' coesi e compatti, consapevoli che con il lavoro potremo raggiungere i nostri obiettivi". Ventura e' ottimista anche perche' sa che dall'infermeria stanno per uscire giocatori che possono essere piu' che utili alla causa granata. "Stiamo recuperando Santana, che ha nuovamente la gamba che gira: lui puo' permetterci di giocare con un modulo piuttosto che con un altro".