2

Da ultimo della lista balzare non proprio in cima, ma comunque ai primi posti, in un momento: è quanto successo ieri sera ad Alessandro Gazzi, subito dopo Torino-Inter. Il 31enne mediano, in procinto di essere ceduto allo Spezia, è stato mandato in campo dall'emergenza (squalifica di Vives e contemporaneo infortunio a Ruben Perez) e ha disputato una partita che l'ha eletto all'unanimità "migliore in campo", strappando applausi a scena aperta il cui suono aveva quasi dimenticato.

E così, il Torino l'ha improvvisamente e senza esitazioni tolto dal mercato. Strana parabola, quella del rosso centrocampista, arrivato come scudiero di Ventura e colonna del suo primo Toro, quindi completamente accantonato con il passaggio dal 4-2-4 al 5-3-2 ("Non è adatto allo schema", diceva il Mister), schierato ieri con le valigie pronte e tornato a mettersi in mostra alla prima opportunità. E il club ora pena anche a rinnovargli il contratto, in scadenza a giugno 2015.