33
Domani sarà passata una settimana esatta dall’ultima partita di campionato del Torino, quella del giro di campo di Bremer, dei fischi a Brekalo e dei saluti generali, degli arrivederci e di qualche addio. Quello che oggi non è ancora chiaro è che tipo di saluto sia stato quello ad Andrea Belotti. Una comunicazione riguardo alla sua scelta finale, se restare e rinnovare o andare via, era attesa entro la scorsa domenica: a oggi, invece, non si sono ancora ricevute comunicazioni di alcun tipo. 

Il Gallo si è concesso qualche giorno di vacanza con moglie e figlia a Mondello prima di rispondere alla convocazione di Roberto Mancini, trincerandosi nel silenzio. Sotto i suoi ultimi post su Instagram non si riescono nemmeno a contare quanti siano gli inviti a restare da parte dei tifosi granata, Belotti però non ha ancora risposto. Ha sempre detto che a fine campionato avrebbe comunicato la sua decisione, dopo aver fatto tutte le valutazioni del caso: una scelta comprensibile, così come lo sarebbe quelle di andare via per giocare in un club protagonista anche in Europa, ma ora è arrivato il momento di decidere, di parlare, di spiegare. 
La stagione è finita e i tifosi, che in tutti questi anni hanno sempre fatto sentire il loro amore nei confronti del Gallo, meritano di sapere se il prossimo anno vedranno ancora l’attuale numero 9 al centro dell’attacco o se invece dovranno abituarsi all’idea di vedere un nuovo attaccante. Non è solamente un giocatore molto importante per questo Torino, ne è anche il capitano: proprio dal capitano è lecito aspettarsi chiarezza. Belotti, basta indugi: scegli e comunica cosa vuoi fare nel futuro.