Un colpo di testa di Aina, un rigore parato da Sirigu, il Var e un salvataggio sulla linea di porta di Djidji con successiva carambola del pallone sulla traversa: grazie a questo insieme di elementi il Torino contro l’Udinese è riuscito a nascondere i suoi persistenti problemi offensivi. Ancora una volta Belotti e Falque, gli attaccanti della squadra granata (che ieri sono stati affiancati anche da Berenguer), sono rimasti a secco confermando il dato di un solo gol su azione realizzato dalle varie punte al Grande Torino in questa stagione. Nascondere la polvere sotto al tappeto non è mai la soluzione giusta, il problema continua a persistere: in questo caso, così come successo due settimane fa contro l’Inter, la squadra granata può però farsi andare bene anche questa soluzione provvisoria, considerata l’importanza che avevano i punti in palio per continuare la rincorsa all’Europa League. 

Se da una parte è vero che gli attaccanti granata segnano troppo poco (e le cause di ciò sono da ricercare nell’incredibile difficoltà che il Torino ha nel creare gioco e nitide occasioni da rete), dall’altra va sottolineato come la squadra di Walter Mazzarri sia ormai diventata a tutti gli effetti una cooperativa del gol: la rete di Ola Aina ha fatto salire a dodici il numero di marcatori diversi del Torino in questo campionato. Esclusi i tre portieri, gli unici altri giocatori della rosa granata a non essere ancora andati in gol sono i i difensori Koffi Djidji, Emiliano Moretti, Gleison Bremer, il centrocampista Sasa Lukic e l’attaccante esterno Vittorio Parigini. Se oltre al campionato si considera anche la Coppa Italia, il numero di marcatori stagionali del Torino sale a quattordici, alla lista andrebbero aggiunti anche Roberto Soriano e Simone Edera (entrambi oggi in forza al Bologna), in gol contro il Sudtirol. 

Così come accaduto ieri con il gol di Aina, spesso sono stati degli insospettabile a togliere le castagne dal fuoco a Mazzarri e a far mettere in cascina al Torino punti preziosi: due settimane fa Armando Izzo aveva segnato la rete decisiva contro l’Inter, Nicolas Nkoulou aveva invece regalato i tre punti contro la Spal all’andata. La cooperativa del gol granata funziona - e di questo Mazzarri può esserne soddisfatto - l’attacco invece no. Su questo il tecnico dovrà continuare a lavorare.