153
Italian Toronto. Sì, perché nella prossima stagione nello spogliatoio del club di MLS si parlerà anche la nostra lingua. Insigne e Criscito sono già ufficiali, per Bernardeschi si sta lavorando con ottimismo. La trattativa avanza con fiducia, il giocatore gradisce la destinazione e non c'è nessun ostacolo che blocca l'affare. Anzi, la cessione di Pozuelo all'Inter Miami ha aperto le porte all'arrivo dell'ex Juve, svincolato dopo la fine del contratto.

IL REGOLAMENTO - In MLS ogni società può avere un massimo di tre giocatori che sforano il tetto ingaggi, quei Designated Player (DP) considerati sulla carta le stelle della squadra. Il Toronto aveva già l'ex Fiorentina Carlos Salcedo, al quale nelle ultime settimane si è aggiunto Insigne (lo stipendio di Criscito, invece, rientra nel salary cup); il terzo slot era quello occupato da Pozuelo, e rimasto libero dopo la sua cessione. Per chi? Con ogni probabilità quel posto sarà occupato da Federico Bernardeschi, che già nei primi giorni della prossima settimana potrebbe firmare il contratto con il Toronto.

ADDIO ITALIA - L'intermediario dell'operazione è già in Canada, in questi giorni sta sistemando gli ultimi dettagli prima di definire il trasferimento di Federico Bernardeschi al Toronto. Al giocatore aveva pensato anche il Napoli, come ha confermato anche il presidente De Laurentiis, ma l'ostacolo principale era rappresentato dalla richiesta di 4 milioni d'ingaggio da parte del giocatore. Gli azzurri hanno fatto altre scelte e ora Bernardeschi è pronto a dire addio all'Italia, Insigne e Criscito lo aspettano a Toronto.