6
Fernando Torres ha parlato, durante la sua conferenza stampa d'addio, di diversi temi. Il calciatore spagnolo ha ripercorso le tappe più importanti della sua carriera, ricordando anche il periodo al Milan, oltre ai tanti anni all'Atletico Madrid: ''E' stato molto doloroso lasciare l'Atletico la prima volta, ma a Liverpool ho vissuto un'esperienza fantastica. Non siamo riusciti a vincere i trofei che avremmo voluto, ma sono stati anni bellissimi. Al Chelsea invece mi hanno dato questa possibilità e abbiamo vinto cose importanti''. 

MILAN E ATLETICO - ''Milan? E' un club che ho amato sin da bambino, ma purtroppo quando ci siamo trovati non era il momento giusto né per me, né per loro. Grazie la Milan, però, sono potuto tornare all'Atletico, il club che amo da sempre. Gli ultimi tre anni sono stati i più emozionati della mia vita. Poi ho avuto la fortuna di venire qui in Giappone in un paese diverso e ho scoperto una nuova cultura. E' stato bello aiutare la squadra a evitare la retrocessione. Spagna? Insieme abbiamo fatto la storia. Abbiamo vinto diversi trofei consecutivi e abbiamo cambiato il modo in cui il mondo guardava il calcio spagnolo. Forse è un record che non verrai mai battuto. Giocatore più forte con cui io abbia giocato? Gerrard. Rendeva tutti più forti. Avversario più difficile? Ne dico due, Puyol e Terry, erano un incubo da affrontare...''.