Commenta per primo

Doriano Tosi ha rescisso il contratto che lo legava alla Sampdoria con un anno di anticipo rispetto alla scadenza. Piazza pulita, come promesso nei giorni post retrocessione, è stata fatta. L'ex d.s. paga l'enorme colpa di aver venduto Pazzini, rimpiazzato dai flop Biabiany, Maccarone e Macheda, e poi l'incapacità di dare una scossa alla squadra quando la nave blucerchiata non era del tutto spacciata.

Insieme a lui se ne va anche Salvatore Asmini, a cui non è stato rinnovato il contratto, ultimo ad arrendersi ma piazzato nel posto giusto troppo tardi per salvare la Samp dal tracollo. Tosi, Asmini, e poi Di Carlo e Cavasin: gli 'artefici' della retrocessione non ci sono più, il nuovo ciclo può partire.