5

Altri numeri da capogiro perFrancesco Totti. Altri traguardi da tagliare, record da superare. Uno è sicuro: con la presenza numero 527 in serie A, sarà per un paio di settimane al fianco di Gianni Rivera al nono posto nella classifica dei più presenti di sempre in campionato, guidata da Paolo Maldini. Vedere Rivera e Totti insieme sullo stesso gradino fa un certo effetto. Nessuno come Totti infatti, è riuscito a ricordare alcune caratteristiche tipiche di Rivera. Con il campione milanista degli Anni Sessanta e Settanta Francesco ha in comune soprattutto l’assist, il terzo occhio per sapere prima ancora di ricevere il pallone dove e come piazzarlo, mandando spesso in gol il compagno di squadra. Come presenze tocca un traguardo significativo anche De Rossi che stasera fa cifra tonda: 300. 

CHE NUMERI! - Dal numero 527 al 225. Sono tanti i gol segnati dal capitano in campionato. Per ora è appaiato al secondo posto al fianco di Nordahl nella classifica dei bomber di tutti i tempi. La partita con il Parma sembra fatta apposta per scavalcare il gigante milanista che poi chiuse la carriera proprio in giallorosso. C’è tra l’altro un indicatore sensibile che sembra poter indirizzare Totti verso il sorpasso. Proprio al Parma infatti, il capitano ha segnato il maggior numero di gol in carriera: 16. Alcuni dei quali molto belli a Buffon, compreso quello della partita scudetto del 17 giugno 2001. 
 
RIVALSA - Ma c’è anche un numero negativo che Totti ha voglia di cancellare subito e a modo suo. E’ il 16, che sta come 16’ del secondo tempo di Udinese-Roma di domenica scorsa, quando Andreazzoli lo ha chiamato fuori dal campo per far entrare Osvaldo. Francesco non ha fatto una piega ma sicuramente non l’ha presa bene, visto che tra l’altro era stato il migliore in campo di una Roma fino a quel momento vincente.(...)
 
ALL’ASSALTO - Quella rabbia brucia ancora e Totti non vede l’ora di scendere in campo stasera per scrollarsela di dosso. Come? Come sa fare lui, sfoderando l’ennesima prestazione super che servirà sì a battere qualche altro record, ma che serve soprattutto alla Roma per conquistare tre punti fondamentali, considerando che i giallorossi inseguono la zona Europa e che due tra le contendenti, vale a dire Inter e lazio, giocano in contemporanea e in trasferta su due campi non proprio facilissimi (Marassi versante Samp e Torino contro i granata) per di più dopo il giovedì di Europa League.(...)