8
La Roma fa sul serio per Patrik Schick. Per l’attaccante ceco si è mosso in prima persona Francesco Totti, che a Premium Sport ha dichiarato: “Abbiamo sempre la divisa in trasferta. Va bene. Sono con un’altra veste importante. Sono due lavori diversi calciatore e dirigente. Voglio far crescere questa società. Le emozioni dell'addio? Difficilmente le dimenticherò. Ho abbastanza metabolizzato il percorso da calciatore. Ora mi metterò a disposizione come dirigente. Sono due cose importanti. Il premio che riceverò (“Premio del Presidente Uefa”, ndr) è uno dei più importanti che abbia mai ricevuto. Speriamo poi in un girone abbordabile anche se non è semplice. Il premio mi gratifica per la mia esperienza a Roma? Esatto. Io ho sempre sognato di giocare con un unica maglia. Questo è un trofeo importante come quelli vinti con la Roma. Lo riceverò dal presidente della Uefa e lo conserverò a Trigoria. Squadre da non incontrare? Non ce ne sono. Certo non vorrei incontrare il Barcellona ma se vuoi vincere le devi incontrare tutte e vincere. Roma-Inter? È una partita di cartello, una delle più importanti del campionato, vogliamo fare bella figura e portare i 3 punti a casa e con Spalletti sarà normale come ci siamo lasciati. Schick? Lo vogliamo prendere. È un giocatore adatto alla Roma e lo vogliamo prendere".