Commenta per primo
Se potrà diventare una relazione stabile lo dirà solo il tempo. Ma il primo “appuntamento” tra Totti e Pinto è stato positivo. A testimoniarlo la sincerità con cui Francesco ieri ha raccontato di aver parlato con “Tiago”. Una confidenza – quella di chiamarlo per nome – che ha svelato le sensazioni positive dell’incontro. Come riporta ForzaRoma.info i due si sono visti qualche settimana fa, non a Trigoria, lontano da occhi e orecchie indiscrete. Non si è parlato per il momento di un ritorno in società dell’ex capitano, ma di alcuni giovani nella scuderia della CT10. A partire da Riccardo Pagano (un 2004 che proprio una settimana fa ha firmato il primo contratto da professionista) e Christian Volpato (2003), due talenti dell’Under-18 giallorossa su cui Francesco punta tantissimo. Ma anche Kalimuendo, il giovane attaccante francese del Lens (ma di proprietà del PSG) che sta facendo benissimo in Ligue 1. “Adesso provo ad aiutare la Roma da fuori, portando giocatori forti”, ha confessato. E in questa ottica va visto l’incontro con Pinto. Il dirigente ex Benfica ne ha apprezzato la gentilezza e la competenza. Ma su quest’ultima non aveva dubbi, visto che con un ex campione e numero 10 – Rui Costa – ha collaborato per anni a stretto contatto in Portogallo. Se il binomio saprà ricomporsi si vedrà nei prossimi mesi. Quel che è certo è che, con dei presupposti così, il primo appuntamento non sarà l’ultimo. E magari un giorno potranno lavorare insieme.