1

Ventuno giorni per capire di che pasta è fatta la Lazio. Dal 15 settembre al 6 ottobre la Biancoceleste scenderà in campo per ben 7 volte (praticamente ogni 3 giorni): 'Giocando sia il giovedì che la domenica - commenta il presidente Lotito - ci saranno sicuramente dei cali di tensione, ma abbiamo una rosa rinforzata in qualità e quantità'. Lo dovrà dimostrare sul campo, in questo primo tour de force stagionale. Inizialmente - come riportato nelle pagine romane de La Repubblica' - la squadra di Petkovic non dovrà spostarsi mai dalla Capitale. Partenza subito in salita contro il tabù Chievo: in 11 incontri all’Olimpico 6 pareggi, 4 sconfitte e una sola vittoria per i biancocelesti. Poi il 19 settembre con il Legia Varsavia c’è esordio in Europa League, che dovrebbe coincidere anche con il debutto tra i pali di Etrit Berisha: 'La società - rivela il portiere - mi ha assicurato che sarò il titolare sia in Europa che in Coppa Italia'. Poi ci sarà il derby, un altro turno infrasettimanale, questa volta di campionato ed il Sassuolo. Per Lotito, il tecnico non avrà problemi: 'I tifosi della Lazio non devono essere contenti, ma stracontenti. Perché la Lazio non ha venduto nessuno, ha speso 28 milioni e comprato 8 giocatori'. Il problema è che tra questi non c’è Yilmaz, cercato fino all’ultimo giorno di mercato: 'In attacco abbiamo già 4 punte e giochiamo con un attaccante solo'.