Seconda giornata alla 34esima edizione del 'Trofeo Dossena' con protagonista la Cremonese, che con un gol al 90' di Roberto Porcu batte la Juventus per 3-2. C'è da dire che i bianconeri di Schincaglia, reduci dal pesantissimo 1-7 incassato alla prima gara con la corazzata Inter, sono scesi in campo ancora con una formula decisamente sperimentale, con molti '91 e '92 in campo, molti dei quali della squadra Berretti dello scorso anno. Dall'altra parte ottima la gara dei grigiorossi di Montorfano. I gol: al 24' Cremonese in vantaggio, Azek verticalizza per Bonomi che supera Bodrito in uscita disperata e mette dentro a porta vuota.

Il raddoppio arriva nel finale di tempo: contropiede bene orchestrato dai lombardi, il difensore juventino Ferrero nel tentativo di arginare il cross di Bonomi in modo compie un rocambolesco autogol. Nella ripresa la Juventus dimezza prima lo svantaggio con l'esterno destro Gernano (indubbiamente il migliore in campo dei suoi), poi trova il pareggio con Schena che sottomisura sul primo palo batte Vino. La gara sembra chiusa, e invece è Porcu, entrato nella ripresa, grazie a un preciso centro di Rossi dalla sinistra a realizzare da pochi passi.

Umberto Germano (Juventus), spina nel fianco costante sulla fascia destra, ha sfoggiato una grande varietà di colpi: il classe '92 bianconero è stato una spanna superiore a compagni di squadra ed avversari, a nostro avviso il 'man of the match' nonostante la sconfitta. Tra i piemontesi da segnalare anche la gara dei centrocampisti Luca Marangone (classe '92) ed Alex Tuninetti ('91) che hanno bene impressionato per personalità e qualità tecniche. Nella Cremonese menzione d'obbligo per l'attaccante Davide Rossi, classe '92, che non a caso era stato portato in ritiro in prima squadra già nella scorsa estate, e l'esterno mancino Fabio Bonomi, figlio d'arte, autore di un bella segnatura e di giocate molto interessanti.