Commenta per primo

Sul terreno sintetico di Castiraga Vidardo partita a reti bianche tra Milan e Albinoleffe. Un pareggio che non giova a nessuna delle due squadre: sia il Milan che l'Albinoleffe infatti venivano da una sconfitta nella partita d'esordio, e si complica così il passaggio del turno per la fase finale del torneo. Partono subito forte gli uomini di Gaburro: nella prima mezz'ora di gioco si registrano diverse occasioni da gol capitate sui piedi di Itoua, abile nel giocare sempre sulla linea della difesa rossonera per poi sfruttare i passaggi in profondità serviti dai compagni di squadra, meno abile in fase di finalizzazione. Timida la reazione del Milan, che si fa vedere nella metà campo avversaria intorno al 25' con un tiro dalla distanza di Fossati, che finisce tra le braccia di Chimini. Nel momento migliore degli orobici al 37' gli uomini di Nunziata costruiscono un'azione da manuale: Pontiggia trova un varco per servire in fascia sinistra Finizza che di prima fa partire un traversone in area, Samprisi è lesto nell'anticipare di testa i difensori biancocelesti insaccando il pallone nel sette. Il guardalinee però segnala posizione di fuorigioco e, tra le numerose proteste rossonere, il direttore di gara annulla la marcatura. Si va al riposo sullo 0-0. Nella ripresa parte bene il Milan: al 4' minuto Ganz viene messo a terra in aera di rigore, l'arbitro indica il dischetto del rigore. Della battuta si incarica lo stesso attaccante che, complice la troppa sicurezza, sciupa tirando a lato, mentre il celebre papà Maurizio sulle tribune se la ride prendendola con ironia. Il Milan accusa subito il colpo e l'Albinoleffe prova ad approfittarne con i suoi uomini migliori: il capitano Bianchi e Itoua sono una continua spina nel fianco per i difensori rossoneri, peccano però di scarsa lucidità in fase di finalizzazione. Fino al 65' l'Albinoleffe è spesso nella metà campo rossonera. Al 71' punizione al limite per il Milan: del tiro si incarica Fossati che spedisce sulla barriera. Al 75' è ancora il Milan ad andare vicino al gol: Fossati libera Baldan che da 25 metri fa partire un tiro diretto nello specchio della porta, ma l'intervento di Chimini è decisivo. Nei minuti finali l'estremo difensore bergamasco è autore di due veri miracoli. Da fuori area Fossati libera un destro che è diretto in rete, Chimini con un pronto riflesso respinge la palla, che capita sui piedi di Sanprisi proprio nell'area piccola di rigore; Chimini ancora una volta interviene prontamente evitando la sconfitta dell'Albinoleffe.

MILAN

L'allenatore del Milan, Carmine Nunziata: 'La squadra ha faticato nella prima parte del primo tempo, poi è venuta fuori. Dubbia la posizione di fuorigioco sul gol annullato a Sanprisi. Il vero rammarico è non aver concretizzato quel penalty decretato a pochi minuti dall'inizio della ripresa. Dispiace anche per le occasioni sprecate nel finale, gli ottimi interventi del loro portiere ci hanno impedito di portare via tre punti che avrebbero fatto comodo'.

ALBINOLEFFE

L'allenatore dell’Albinoleffe, Marco Gaburro: 'I ragazzi sono entrati bene in campo, decisi e convinti, tant'è che dovevamo sfruttare meglio le occasioni da gol capitate nel primo tempo. I miei uomini sono sempre stati in partita, con un po' di attenzione in più nella fase offensiva potevamo prenderci i tre punti. Resta il fatto che Chimini nel finale ha compiuto due interventi superlativi. Dobbiamo vincere la prossima e vedere cosa succede sull'altro campo'.