152

Si rinnova come ogni estate ormai da 14 anni il classico appuntamento con il triangolare estivo del Trofeo Tim. Confermata la consolidata formula che prevede 3 incontri da 45 minuti al Mapei Stadium, a partire dalle 20.45 sono state Milan, Juventus e Sassuolo (che da due anni ha sostituito l'Inter nella composizione delle squadre partecipanti) a contendersi il trofeo. A spuntarla è il club guidato da Filippo Inzaghi che alza il suo primo trofeo, seppur estivo, della sua gestione rossonera. Il Milan ha concluso al primo posto il tirangolare in virtù delle vittorie sulla Juventus, grazie ad uno splendido gol di Honda su assist di De Scilgio, e sul Sassuolo, con i gol di Menez su rigore e Stephan El Shaarawy in contropiede. Al secondo posto si piazza la Juventus di Massimiliano Allegri che batte 1-0 il Sassuolo nello scontro diretto grazie ad un gol di Roberto Pereyra e relega la squadra di Eusebio Di Francesco all'ultimo posto con zero gol fatti.

JUVENTUS-MILAN - Si parte con il primo match fra Juventus e Milan. Al 3' prima Poli e poi Menez si infrangono sulla difesa della Juventus che reagisce subito al 4' con un destro di Vidal finito alto di poco sopra la traversa. Al 12' illumina Pirlo per Pogba, ma il francese aggancia in area e non riesce a concludere a tu per tu con Diego Lopez. Al 14' fallaccio di Essien su Vidal al limite dell'area, va Pirlo dalla sua mattonella ma coglie solo la barriera. Grande occasione per Honda al 29' da un cross dalla sinistra, il nipponico entra in scivolata a pochi metri da Storari ma un difensore bianconero lo antipa in corner. Al 25' sugli sviluppi di un corner è Diego Lopez a trovare l'intervento decisivo sul colpo di testa di un positivo Ogbonna. Al 29' si sblocca l'incontro: De Sciglio sgroppa in contropiede lungo l'out di sinistra e dalla linea di fondo serve a centro area Honda che di prima calcia ad incrociare e batte Storari. Al 39' ancora Honda, migliore in campo piazza alta di poco una punizione dal vertice dell'area di rigore. Il Milan detta i ritmi e conclude con una vittora la prima sfida con la Juventus.

Intervistato a fine partita il tecnico del Milan Filippo Inzaghi si è detto sereno per i progressi visti nel gioco della sua squadra: "Sono felice dell'atteggiamento proposto dai miei ragazzi. Abbiamo fatto delle buone ripartenze e siamo sulla strada giusta. Mi piace il cuore e la voglia dei ragazzi, ci stiamo arrivando: ogni nostra partita è un miglioramento. So che ci vuole ancora un po' di tempo, ma i tifosi del Milan torneranno allo stadio, credo che vederli giocare cosi riporterà entusiasmo".


SASSUOLO-JUVENTUS - Parte subito forte il Sassuolo con una verticalizzazione alla ricerca di Pavoletti che costringe Rubinho all'uscita bassa. Al 4' Una punizione di Floro Flores mette i brividi alla retroguradia bianconera. E' la Juventus a fare la partita ma il Sassuolo riparte bene in contropiede come al 7' quando Kurtic scatta in verticale dalla propria trequarti palla al piede entra in area di rigore ma si va stoppare da Chiellini. Partita molto lenta che fatica a trovare le giuste accelerazioni. Al 23' sugli sviluppi di un corner è Chibsah provare la gran botta da fuori area bloccata in presa bassa da Rubinho. Al 28' si addormenta la difesa del Sassuolo che si dimentica di Romulo sugli sviluppi di una rimessa laterale, ma l'esterno batte di potenza trovando la deviazione di Terranova.Al 37' la prima vera occasione della Juventus con Pepe che si trova a tu per tu con Polito ma il portiere si supera e blocca la conclusione dell'attaccante bianconero. Lo stesso Pepe, poco dopo, non riesce a concludere in totale libertà da centro area su cross di Caceres. Era nell'aria ma al 43' è arrivato il vantaggio della Juventus. Le fasce sono il punto debolo dei padroni di casa e sugli sviluppi di un'azione che ha visto prima il cross di Pepe e poi il controcross di Vitale è Pereyra a trovare la deviazione vincente da dentro l'area che garantisce la vittoria al club bianconero.

Intervistato al termine della sfida contro il Sassuolo l'allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri ha parlato anche di mercato: "La condizione va migliorata. Abbiamo fatto buone cose anche se il gol col Milan era evitabile. Mercato? E' importante che Vidal sia rientrato. Siamo in piena sintonia con la società, se c'è la possibilità di migliorare la squadra, la società sicuramente lo farà".

SASSUOLO-MILAN - Si parte con la terza sfida del torneo. Il Sassuolo può ancora vincere con una vittoria che preveda almeno due gol segnati. Al 7' un intervento in scivolata di Gazzola convince l'arbitro a fischiare il rigore. Dal dischetto Menez porta in vantaggio il Milan freddando Pomini. La risposta del Sassuolo arriva subito con una gran botta di Berardi respinta in angolo da Abbiati e con un colpo di testa di Floro Flores sugli sviluppi del corner che sfila a lato di un soffio. Al 18' è Stephan El Shaarawy a siglare il raddoppio per il Milan scattando in contropiede e beffando Pomini in diagonale. Al 21' Ancora Menez dal limite prova il tiro che finisce alto di un soffio. Clamorosa occasione sprecata da Pazzini al 27', imbeccato da Cristante la punta stoppa in area ma mette a lato il mancino. Il Milan controlla e chiude la partita sul 2-0 che consegna la vittoria del titolo (foto Sportmediaset) alla squadra di Inzaghi.

Intervistato a fine partita il tecnico del Sassuolo, Eusebio Di Francesco ha parlato anche di mercato: "Non eravamo brillanti, abbiamo giocato 2 giorni fa in Coppa Italia e la stanchezza nelle gambe si è fatta sentire. Mercato? Qualcosa dobbiamo fare in mezzo al campo e in porta dopo l'infortunio di Pegolo. Vedremo cosa verrà fuori fino alla fine".

Juventus-Milan 0-1
30' Honda (M)

Sassuolo-Juventus 0-1
39' Pereyra (J)

Sassuolo-Milan 0-2
7' Honda (rig.)(M), 18' El Shaarawy (M)


Classifica:
Milan 6, Juventus 3, Sassuolo 0