2
Serata di Champions League femminile al Franchi, con le ragazze viola impegnate nella dificilissima gara contro l’Arsenal, top club inglese fresco di vittoria in Premier League. I favori del pronostico non sono dalla parte delle viola, che però hanno schierato le migliori giocatrici a disposizione, con il grande acquisto De Vanna su tutte, per provare a giocare a viso aperto una gara sulla carta proibitiva. Il pericolo numero uno di casa viola è sicuramente Miedema, mattatrice anche dell’Italia con l’Olanda all’ultimo Mondiale disputato in estate.

PRIMO TEMPO - Nella prima frazione le viola partono con un atteggiamento timido,
principalmente basato sul contropiede, per sfruttare la grande velocità di De Vanna e Bonetti in contripede.
La tattica di mister Cincotta però non pare funzionare, visto che l’inizio è tutto inglese, con le ragazze in biancorosso che spingono il piede sull’acceleratore e al minuto diciotto trovano la rete grazie ad una prodezza di Miedema, ancora lei, che in area si gira in mezzo a tre giocatrici e punisce Durante. Dal vantaggio ospite le viola provano a rialzarsi, ma al 30’ sempre Miedema triangola benissimo con Little, che si trova davanti alla portiera viola e la buca senza pietà, per il 2-0 che chiude la prima frazione.

SECONDO TEMPO - Secondo tempo che vede ancora la Miedema protagonista, con l’olandese che va in  gol dopo una manciata di minuti, sfruttando un grossolano errore di Breitner, che si lascia andare ad un retropassaggio che le spalanca la porta. La gara diventa drammatica per le viola pochi minuti dopo, quando anche Evans si inserisce nella dei marcatori, portando le inglesi avanti per quattro reti a zero. Questo Arsenal è una squadra troppo superiore alla Fiorentina, che mette in mostra le debolezze della squadra viola, che al primo impegno stagionale ha trovato un avversario praticamente imbattibile. La gara è stata un Miedema show, con l’Olandese che dopo aver eliminato le azzurre in estate, mette una serissima ipoteca sul passaggio di turno in Champions League.