Lazio terza da sola, a caccia della Roma e della Champions. Ecco qualche numero - che la Gds ha raccolto nelle pagine romane - per accompagnare il sogno europeo.
5 Le vittorie consecutive in campionato: 1-0 a Udine, 2-1 al Palermo, 3-0 a Reggio Emilia sul Sassuolo, 4-0 alla Fiorentina, 2-0 a Torino sui granata. Non capitava dal 2010, Reja in panchina: curiosamente il primo successo, a settembre, sul campo del Chievo di Pioli e l’ultimo, a ottobre, ancora in trasferta e sempre per 1-0 sul Palermo dell’ex Delio Rossi. Il record laziale in A è di 9 vittorie di fila nel 1998-99 con Eriksson, secondo posto finale, un punto dietro il Milan.
5 Le partecipazioni della Lazio alla Champions, dopo la squalifica che le aveva impedito di disputare la Coppa Campioni 1974-75 nonostante avesse vinto il suo primo scudetto. L’esordio nel 1999-2000, l’ultima partecipazione (unica con Lotito) nel 2007-08. Miglior risultato i quarti di finale alla prima esperienza, quando fu eliminata dal Valencia. Bilancio totale: 21 vittorie, 12 pareggi, 17 sconfitte in 50 incontri preliminari compresi.
8 I posti di vantaggio sulla Roma nel ranking Uefa, che determina le teste di serie per le Coppe europee: la Lazio è al 38o posto con 48,068 punti (5a fra le italiane) e i giallorossi al 46o con 41,568. La Roma può guadagnarne altri se andrà avanti in Europa League, ma nel prossimo ranking la Lazio dopo il sorteggio di agosto scarterà i 2,314 punti del 2010-11 (solo il coefficiente del Paese, perché non partecipò alle Coppe), la Roma ne butterà 18,314: i biancocelesti resteranno senz’altro più avanti, almeno per qualche mese.
11 I podi della Lazio in serie A: oltre agli scudetti del 1973-74 e del 1999-2000 è arrivata 3 volte seconda e 6 volte terza.
49 I punti della Lazio, 11 in più dello scorso campionato: solo il Sassuolo (+14) ha avuto un miglioramento superiore. Ma soprattutto questi 49 punti sono il record dell’era Lotito, uno in più di quelli alla 27a giornata del 2010-11 e 2011-12.