15

È sempre Juve-Roma. Lo è stato e lo sarà in campo, lo è stato e lo sarà sul mercato. Anche e soprattutto per quanto riguarda i talenti in prospettiva futura. Ha vinto la Roma quando la posta in palio era Gerson, la partita è ancora apertissima per Mandragora, ma un'altra sta per cominciare: è quella che porta a Pietro Pellegri, centravanti classe 2001 di proprietà del Genoa per il quale è pronta a scatenarsi un'asta internazionale. È proprio lui, infatti, il principale obiettivo di mercato della Juve tra i talenti Under 19 italiani: la rete di osservatori di Fabio Paratici lo segue da tempo, ma da quando negli scorsi giorni è stato visto all'opera in Under 16 al fianco dell'altro gioiello bianconero che risponde al nome di Moise Bioty Kean (2000), anche gli ultimi dubbi sono stati fugati. Tanto che è pronta a partire una vera e propria offerta per battere la concorrenza e strappare al Genoa quello che lo stesso Enrico Preziosi dopo la vittoria della Manchester Premier Cup dei suoi Giovanissimi ha definito Il Messi del Genoa. Un paragone azzardato, anche per caratteristiche tecniche e fisiche, ma che la dice lunga sul potenziale che si ritrova tra le mani la società rossoblù. Mentre la Juve già sogna la possibilità di poter allestire con Pellegri e Kean quella che potenzialmente rappresenterebbe la coppia d'attacco Under 17 più forte d'Italia e tra le più interessanti d'Europa.

 

BASE D'ASTA In questo momento Pellegri non può essere ancora blindato da un contratto, che per regolamento potrà firmare solo al compimento del sedicesimo anno d'età, il 17 marzo 2017. Fino a quel giorno il Genoa, come d'altronde qualunque altra società italiana, correrà il rischio di farselo “soffiare” da qualche società straniera col pagamento del solo premio di preparazione che attualmente corrisponderebbe a circa 250 mila euro: Manchester United su tutte, ma anche Chelsea e Psg hanno già individuato in Pellegri un potenziale colpaccio. Ma è proprio la Juve la società che al pari della Roma fin qui si è dimostrata più interessata. In base agli ottimi rapporti che da tempo legano il Genoa ad entrambe le società, nessun “furto” di giocatore è in atto: per quanto Preziosi vorrebbe tenerselo stretto, è probabile che cederebbe di fronte ad un'offerta sensibilmente più alta di quanto potrebbe incassare se il giocatore venisse convinto dalla sirene straniere. E l'offerta pronta a partire dalla Juve per Pellegri potrebbe essere di quelle in grado di far vacillare il Genoa, sull'ordine del milione più bonus a seconda di determinati step di carriera raggiunti, attraverso una formula che possa tutelare l'investimento fino al momento in cui sarà possibile blindarlo. In attesa di rilanci stranieri e della Roma, la Juve è quindi pronta a compiere la prima mossa per Pellegri.

Nicola Balice
@NicolaBalice