Miralem Pjanic è la stella della Juve volata negli Stati Uniti. O quantomeno la più chiacchierata. Dalla cena milanese con il suo nuovo agente Fali Ramadani, un autentico ciclone che si sta abbattendo sul mercato della Juve, sono esplose nuovamente tutte le voci che lo vogliono lontano da Torino. E che sembravano essersi spente sotto il pressing di Psg e Barcellona degli scorsi mesi, quando dopo un confronto con la dirigenza bianconera il bosniaco sembrava orientato al rinnovo: tutto congelato, tutto rimandato. Prima Ramadani e Pjanic vogliono capire fino a dove potranno spingersi City e Chelsea, Psg e Barcellona. Aspettando di capire come andrà a finire, la Juve spinge per il rinnovo, fissa l'eventuale prezzo e si guarda attorno. Con una prima scelta, complicata ma in caso di partenza di Pjanic tutt'altro che impossibile: N'Golo Kanté.

 

LA SITUAZIONE – Il francese, campione del Mondo, è in uscita dal Chelsea da tempo. All'apice della carriera non vuole rinunciare alla Champions, il cambio di allenatore permette una via d'uscita. Ma solo alle condizioni imposte dai Blues, che già prima dell'ennesimo exploit lo valutavano non meno di 80 milioni. Sempre Barcellona e Psg si sono messe sulle sue tracce, da settimane si sussurra nei corridoi del mercato che i parigini fossero pronti con un'offerta da circa 90 milioni di euro ma l'affondo ancora non c'è stato, gli interessamenti per Pjanic lo testimoniano. E allora la Juve ci riprova, avendo sondato la sua disponibilità già nelle scorse settimane in quanto prima scelta assoluta per Max Allegri. Nel caso partisse Pjanic ecco che il primo tentativo vedrebbe un all in di tutto il ricavato su Kanté. Non che manchino le alternative: proprio da Parigini hanno proposto Adrien Rabiot, mentre il club bianconero rimane assolutamente vigile sul fronte Mateo Kovacic ipotizzando anche un radicale cambiamento tattico nel caso in cui si decidesse invece di provare a riaprire quel canale mai chiuso che porta a Sergej Milinkovic Savic. Una cosa alla volta: prima di tutto provare a trattenere Pjanic. Poi tutto su Kanté. Solo successivamente si cambierà strategia.

@NicolaBalice