Commenta per primo
Gigi Delneri, allenatore dell'Udinese, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida con la Juventus: "Quella di domani è una partita in cui dovremo mantenere l'equilibrio tattico. La Juve è una squadra di giocatori importanti, ci dà grandi motivazioni, possiamo lottare con loro anche dal punto di vista fisico. Di tecnica sono avanti a noi, dovremo usare le nostre armi. Buffon ha lasciato una traccia importante nel calcio. Una visione di un ruolo in cui è stato l'artefice del cambio strutturale. Sull'uomo non mi sembra che abbia bisogno di presentazioni, è un esempio per i più giovani e per chi si approccia al calcio".

SUI SINGOLI - "Fofana? Penso che giocherà, ma non ho ancora la certezza. Per noi è un ragazzo con caratteristiche importanti, deve tirare fuori l'orgoglio e tornare ad essere il giocatore che conosciamo. Il ritiro? Le situazioni nel calcio si decidono sempre in due, allenatore e società, che sono d'accordo. Abbiamo deciso di non fare ritiro perché ci sembrava giusto così. Samir? Sta facendo dei progressi, nelle prime partite era un po' in difficoltà, ma adesso ha acquisito sicurezze. Penso che abbia le caratteristiche giuste per fare un buon campionato, per me è un giocatore affidabile. Widmer e Larsen? C'è un punto di domanda su questi giocatori. Possono giocare entrambi o nessuno dei due, vediamo nel pomeriggio come reagiscono all'allenamento".