2
Attraverso il proprio sito ufficiale, l'Udinese ha diramato una nota per salutare i diversi giocatori ceduti in questi ultimi giorni di mercato, da Cyril Thereau a Molla Wague. Per dare il benvenuto a Maxi Lopez. Parola al direttore sportivo Manuel Gerolin: “Siamo convinti che la squadra così come concepita funzioni: c’è bisogno di tempo per far esprimere al meglio qualità individuali dei giovani che abbiamo acquisito, la crescita dei talenti richiede sempre pazienza. Per questo tutte le scelte effettuate in questo finale di mercato vanno lette in maniera integrata: il nostro principale obiettivo è quello di far funzionare il gruppo al meglio. Abbiamo quindi scelto di rinunciare a un solista per far funzionare l’intero coro”. 

Su Thereau.
"La cessione di Thereau, rappresenta una scelta ponderata e impegnativa. Deriva dal fatto che l’attuale conformazione della squadra necessita di una prima punta di ruolo. Ringrazio Cyril per il lavoro svolto con noi: lo attende un futuro stimolante, in un nuovo contesto”.
Su Maxi Lopez.
“Considero l’operazione Lopez l’acquisto della tessera mancante di un puzzle, la persona che ci serve per far funzionare l’attacco. Abbiamo acquisito un giocatore di esperienza, in grado di esaltare le qualità del collettivo senza limitare le opportunità dei tanti giovani di mettersi in mostra. A Lopez va la nostra massima considerazione e fiducia: la sua esperienza è un elemento strategico nella gestione dei più giovani, la sua determinazione a fare bene è una leva che sfrutteremo al massimo a nostro favore. Con Maxi Lopez puntiamo a recuperare quel dialogo che è mancato in attacco in questo esordio di campionato”.

Su Molla Wague e Orestis Karnezis.
“Si tratta di operazioni effettuate con l’obiettivo di dare valore ai due giocatori, dando loro la possibilità di esprimersi al meglio nel campionato inglese”.